Domenica 11 Dicembre

Tennis, Belinda Bencic è la regina di Toronto

LaPresse/Xinhua

La Halep si ritira nel terzo set sul punteggio 7-6(4) 6-7(4) 3-0 consegnando alla Bencic il suo primo Master in carriera. La Svizzera adesso ha una stella in più

“Legge bene gli scambi e colpisce forte. E poi è già una che non si arrende mai e combatte fino all’ultimo”.

LaPresse/Xinhua

LaPresse/Xinhua

Serena Williams non poteva descriverla meglio di così. Lei è Belinda Bencic, la svizzera vincitrice del Master 1000 di Toronto. Finisce in trionfo il torneo della 18enne numero 20 del ranking WTA, che dopo aver sconfitto in semifinale la numero 1 del mondo dopo 2 ore e mezza di battaglia, si sbarazza in finale della romena Simona Halep. L’erede designata di Martina Hingis gioca in terra canadese la sua quarta finale in carriera, di cui una sola vinta, proprio quest’anno, sull’erba di Eastbourne. Ma a Toronto è tutta un’altra storia, si gioca per un Master (un torneo Premier di categoria 5) che non ha nulla a che vedere con i tornei minori in cui Belinda ha raggiunto l’ultimo atto. Di fronte Simona Halep, alla diciottesima finale in carriera, e in avvio la differenza si nota tutta. Tuttavia la svizzera prende in mano la situazione e si ritrova avanti 4-2, per poi farsi riacciuffare e condurre al tie-break.

LaPresse/Xinhua

LaPresse/Xinhua

Qui la Halep scappa 4 punti a 1 ma la Bencic, con un parziale di sei punti consecutivi, mette in ghiaccio il primo set. Il secondo set finisce com’era terminato il primo. La svizzera all’attacco e la romena a rincorrere. In poco tempo il punteggio è di nuovo 4-2, complici i problemi fisici della Halep che chiede spesso il medical time-out (colpo di calore sembra). A questo punto, con la vittoria ad un passo, la Bencic si blocca, i passanti si perdono nei corridoi e i punti non arrivano più. La Halep non si fa pregare e, seppur stremata, rimonta e vince al tie-break, ancora per 7-4. La rimonta prosciuga via ogni energia alla 23enne di Costanza che, sotto 3-0, si arrende, consegnando la vittoria all’avversaria svizzera. Serena Williams ci aveva visto giusto, Belinda è una che non molla mai e Serenona farebbe bene a non sottovalutarla se vuole realizzare il suo sogno nel cassetto, quel Grande Slam che adesso ha un ostacolo in più, Belinda Bencic, la nuova Martina Hingis.