Sabato 10 Dicembre

Tavecchio: “per noi la LegaPro è a 54 squadre”

Nessun allargamento del campionato dopo le esclusioni

“Siamo qui per far giocare a calcio, ma dobbiamo farlo con regole certe, rafforzando il sistema per renderlo maggiormente garantito e più sostenibile. Per noi la Lega Pro è un campionato a 54 squadre, salvo decisioni che non competono alla FIGC”.

<> on September 12, 2014 in Rome, Italy. Così il presidente della Figc, Carlo Tavecchio, a margine del Consiglio della Federcalcio svoltosi ad Expo Milano, sulle discussioni pendenti sul ritorno a 60 squadre del campionato. La Federcalcio attende il ricorso pendente davanti al Collegio di garanzia dello sport, e Tavecchio ha precisato che “chi vuole giocare in Lega Pro deve pagare 500 mila euro per il ripescaggio. Chi voleva opporsi alla delibera sui 500 mila euro doveva farlo per tempo”. Secondo il presidente “l’indirizzo strategico dato dalle Leghe è ridurre i campionati professionistici. Se al primo segno di riduzione ci mettiamo a fare opposizioni – si è domandato il presidente – come faremo a fare la riforma da 20 a 18 in Serie A, da 22 a 20 in Serie B, quando gli interessi della Serie A sono mille volte superiori a quelli della Lega Pro?”.

LaPresse/Piero Cruciatti

LaPresse/Piero Cruciatti

Oltre alla definizione degli organici, nel corso della seduta del Consiglio Federale è stato presentato il nuovo esecutivo per lo sviluppo del calcio femminile composto da un ristretto numero di consiglieri federali coordinati dallo stesso presidente Tavecchio, che ha l’obiettivo di dare maggiore impulso a livello politico alle nuove strategie in questo settore e di raddoppiare le atlete tesserate in tempi brevi.