Martedi 6 Dicembre

Sono tutti contro Kyrgios

LaPresse/Reuters

Anche il Consiglio dei giocatori contro Kyrgios: la posizione si fa scottante.

Su una cosa Nick Kyrgios è riuscito a mettere d’accordo l’intero sistema tennis: sono tutti contro di lui. Giocatori, allenatori, commentatori, giornalisti, alte sfere del sistema ATP, hanno tutti condannato il gesto dell’australiano, ingiurioso in campo contro Wawrinka e incapace nell’immediato di chiedere scusa. L’ultimo a scagliarsi contro il giovanissimo Nick è il Consiglio dei giocatori dell’ATP con una nota che lascia ben poco all’immaginazione: “Ciò che ha detto Nick è stato qualcosa di irrispettoso non solo per Stan ma anche per altri giocatori. Capiamo che a volte le cose vengano dette erroneamente in situazioni di tensione, ma i commenti di Nick sono indifendibili per un tennista professionista”. Questa in parte la dichiarazione del Consiglio, il quale si è anche detto pronto a collaborare con l’ATP nell’inchiesta che è stata aperta a carico del tennista australiano, supportando inoltre l’organo nella decisione di infliggere a Kyrgios una multa dall’importo considerevole.

LaPresse/Reuters

LaPresse/Reuters

Nel frattempo trapelano voci di corridoio secondo cui il tennista, peraltro eliminato dal torneo di Montreal per mano del gigante aceman Isner, potrebbe incorrere oltre che in una seconda multa, stavolta ben più salata, anche in una squalifica, tanto esemplare da potergli far perdere buona parte della stagione in corso, Us Open di New York di fine estate compresi.