Giovedi 8 Dicembre

Rugby: l’obiettivo della Nazionale italiana per il Mondiale e il perchè delle scelte di Brunel

LaPresse/Alfredo Falcone

Il ct della nazionale italiana di rugby parla degli obiettivi per questo Mondiale e delle sue scelte

La nostra missione al Mondiale è superare il girone“. E’ l’obiettivo indicato dal ct azzurro di rugby Jacques Brunel dopo avere svelato la lista dei 31 convocati. “Fino ad oggi abbiamo fatto quasi quattro anni con delle partite interessanti e altre che potevamo vincere ma abbiamo perso – prosegue Brunel –. Ora inizia una competizione lunga un mese e la nostra ambizione è superare il girone. Quello che riusciremo a fare sarà l’impressione che lasceremo di questi quattro anni. Dobbiamo – prosegue il ct azzurro – migliorare l’efficacia in zona di meta, mantenere lo spirito mostrato sabato contro la Scozia, il livello di possesso palla. Dobbiamo migliorare molti punti ma questa è una buona base“. A far rumore è stata l’esclusione dai 31 di Marco Bortolami, oltre a quella di Robert Barbieri, “una decisione maturata – spiega Brunel – tenendo conto che da un anno e mezzo abbiamo puntato di più su Geldenhuys e Furno, una coppia che pensiamo di mantenere. Poi, durante la preparazione, Fuser è cresciuto molto e può essere alternativo a Geldenhuys nella mischia“. I convocati rimarranno in raduno a Torino sino a giovedì 27 agosto, prima di volare in Scozia per il secondo test-match contro la nazionale scozzese, poi si trasferiranno a Cardiff per il terzo ed ultimo incontro di preparazione del 5 settembre contro il Galles.