Lunedi 5 Dicembre

Rugby-Health: palla ovale e problemi a lungo termine? Nessun legame

RUGBY - SUPER 15 2011 - ACT BRUMBIES v QUEENSLAND REDS - 05/03/2011 - PHOTO PAUL LAU / SMP IMAGES / DPPI - Matt Giteau (Brumbies)

Rugby e infortuni a lungo termine? Uno studio prova che non c’è nessun legame tra rugby e problemi di salute

Uno studio di 3 anni effettuato dalla Auckland University of Technology, e finanziato da World Rugby e dalla NZRU (New Zealand Rugby Union), sostiene appunto la totale mancanza di legami tra i giocatori di Rugby e quelli che possono essere infortuni a lungo termine, o accorsi una volta terminata la pratica sportiva.
Da Ottobre del 2012, è stata condotta un’approfondita analisi su 281 ex giocatori di livello amatoriale e 73 ex atleti di sport che non prevedono il contatto fisico.
I risultati dell’ analisi sono stati comparati da un equipe di ricercatori con le condizioni fisiche e cognitive di ex rugbisti professionisti tra gli anni ’80 e 2000.
A riguardo il Ceo di World Rugby Brett Gosper si è espresso così: “La ricerca prova che non c’è una correlazione tra il rugby e problemi di salute, fisici e cognitivi, a lungo termine. Non solo, lo studio dice che la condizione degli ex rugbisti è sostanzialmente in media con altre discipline: un po’ più alta con alcune e più bassa nel confronto di altre“.

Giorgio Pegoraro – Rugbymeet