Venerdi 9 Dicembre

Roger Federer continua ad incantare, supera Feliciano Lopez ed entra prepotentemente in semifinale

Grande prestazione dello svizzero che schianta lo spagnolo conquistando la 40esima vittoria in Ohio

Tre indizi di solito fanno una prova e dopo Bautista Agut e Kevin Anderson, Roger Federer supera brillantemente anche Feliciano Lopez proseguendo in questo suo torneo sino ad ora perfetto.

LaPresse/PA

LaPresse/PA

Tre ore scarse per vincere tre partite, un fulmine si sta esibendo sul campo centrale di Cincinnati e sta deliziando il pubblico con il suo tennis super aggressivo e davvero efficace. Feliciano Lopez perde per la dodicesima volta su altrettanti confronti contro lo svizzero, il quale centra la vittoria numero quaranta nell’Ohio, raggiungendo la settima semifinale di questo torneo, l’ottava del 2015. Ma passiamo alla cronaca. La partita inizia esattamente come vuole lo svizzero, scambi rapidissimi, gioco che non si prolunga e Roger va a nozze.

Lapresse

Lapresse

I game volano via lisci, senza problemi, sino al sesto, momento spartiacque di questa prima frazione di gioco. Feliciano non mette prime in campo, soffre e cede la battuta e di fatto anche il set visto che Federer continua a servire alla grande, a giocare in maniera fantastica e dopo venticinque minuti di gioco è già 6-3 per il numero tre del mondo. Nel secondo set lo svizzero si salva nel secondo game recuperando da 15-30, è la prima vera piccola chance per Feliciano per poter pensare di brekkare Federer. Break che poco dopo è proprio il sei volte vincitore di questo torneo a mancare, sul 2-2 30-40 una grande prima dello spagnolo lo tira fuori dai guai. Nel sesto gioco lo svizzero è sotto 0-40, un evento in questo torneo, sono le prime tre palle break che concede, ma da vero campione sfoggia un parziale di cinque punti di fila e si rimette in carreggiata. Passata la paura arriva l’affondo finale, quello che toglie ogni speranza al tennista di Toledo: sempre il fatidico settimo game a fare la differenza, il break che praticamente spiana la strada a Federer verso la semifinale. Poi è pura accademia, i due provano colpi da esibizione, il pubblico si diverte e soprattutto si diverte Roger Federer che dopo un’ora e un minuto di partita chiude con lo score finale di 6-3 6-4.

andy-murray_ In semifinale adesso si troverà di fronte Andy Murray, che a differenza dello svizzero, sta sudando le proverbiali sette camicie ad ogni partita, ma che viene da una serie di vittorie davvero impressionanti. Partita che non vale solo per approdare in finale, ma potrebbe essere decisiva per il numero due del mondo e quindi la conseguente testa di serie numero due a New York. Federer se vuole arrivarci deve vincere il torneo. E se continua a camminare in questa nuvola magica in cui il tempo sembra essersi fermato, niente gli è precluso. Neanche battere Murray e Djokovic in fila.