Sabato 3 Dicembre

Perplessità sulle nuove partenze

LaPresse/PA

Dubbi sulle nuove partenze in Formula1, parla Toto Wolff

Ancora dubbi e perplessità sulle nuove regole e procedure di partenza stabilite dalla Fia per la Formula1 a partire dal Gp del Belgio. Ai piloti non verrà più data alcuna informazione durante il giro di ricognizione, tranne quelle sulla sicurezza, con il punto di stacco della frizione che dovrà rimanere il medesimo dall’uscita della pit lane fino allo schieramento. La ricerca di una maggiore manualità da consegnare ai piloti dovrebbe garantire una certa dose di imprevedibilità. Ma non tutti sembrano apprezzare.

LaPresse/Photo4

LaPresse/Photo4

Toto Wolff, team principal della Mercedes crede che gli effetti potrebbero essere diversi da quelli previsti e in negativo: “Volevamo che la partenza fosse più variabile e meno prevedibile, volevamo dare più controllo ai piloti per farli sembrare meno telecomandati. Questo è il primo esperimento di tecnologia spenta per avere più divertimento, ma gli effetti imprevedibili forse potrebbero andare oltre le aspettative. Se fosse così, ci sarebbe bisogno di rivedere le cose. Partenze di questo tipo potrebbero svalutare completamente la qualifica. Vedremo cosa succederà, ma sappiamo che la Fia sarà flessibile se si tratterà di adattare la cosa per il bene o la sicurezza dello sport”.

Parole che sembrano un misto di speranza (per lo spettacolo) e preoccupazione (per il falsificare i risultati). Il Gp del Belgio sarà in ogni caso il primo banco di prova.