Sabato 3 Dicembre

Parla Mancini

LaPresse/Roberto Bregani

Roberto Mancini analizza la partita con l’Atalanta e la situazione attuale interista

Roberto Mancini ha bagnato la nuova stagione con un successo sofferto ma importante contro l’Atalanta, una partita che era iniziata male con l’infortunio di Icardi ma che lui appare molto lucido nell’analizzare, senza dimenticare il calciomercato: “Ero felice perché abbiamo avuto tante occasioni. Dopo i primi dieci minuti siamo andati sempre meglio ma non riuscivamo a trovare il gol, l’Atalanta è una squadra che difende bene e anche in dieci si è chiusa dietro. Il mercato? Noi siamo contenti e ci godiamo questa vittoria. Oggi ci sono stati risultati sorprendenti, l’Inter ha giocato una partita più che buona con il 70 per cento di possesso palla e ventuno tiri in porta. Icardi? Ha avuto un risentimento negli ultimi cinque minuti del riscaldamento. Ho sbagliato io che non dovevo metterlo in campo dall’inizio, lui voleva provare ma poi non era tranquillo e non riusciva a correre”.
kondogbiaMancini ha parlato anche di risultati sorprendenti nelle altre partite, riferendosi probabilmente ai tonfi di Juventus, Milan e Napoli: “Le prime cinque o sei partite di campionato sono difficili per tutte. Per noi era importante fare una buona gara, subire poco come abbiamo fatto, dobbiamo migliorare alcune cose ma sono contento. Kondogbia? È migliorato molto negli ultimi dieci giorni, aveva subito i carichi della preparazione. È un ragazzo giovane e non si può pensare che cambi subito la squadra. Ha bisogno di tempo, credo che nei prossimi due anni diventerà uno dei più forti centrocampisti del mondo”.

Parole dirette e chiare quelle di Mancini. Chissà se pensa ancora a Perisic …