Martedi 6 Dicembre

Moto GP, Silverstone: la gioia e l’incredulità di Danilo Petrucci

LaPresse/REUTERS

Non ci crede ancora Danilo Petrucci di essere salito sul secondo gradino del podio del Gran Premio di Gran Bretagna sul circuito di Silverstone

Danilo Petrucci, secondo al traguardo di Silverstone, ancora non si e’ svegliato. Il sogno di ogni pilota e’ quello di correre con Rossi, Marquez, Lorenzo, Dovizioso, lui li ha battuti tutti, tranne uno, in una gara resa molto difficile dalle condizioni meteo.

LaPresse/PA

LaPresse/PA

Mi alleno spesso con Valentino e con Dovizioso – ha detto Petrucci – e solo la settimana scorsa al Ranch di Rossi ho vinto una delle nostre garette. Involontariamente ho buttato fuori dalla pista Valentino e gia’ li credevo che non mi ospitasse piu’ nella sua pista. Per me quello che e’ successo oggi e’ un sogno, dal quale mi aspetto di svegliarmi all’improvviso“. Arrivato al mondiale grazie al manager Giampiero Sacchi che ha voluto dare un’opportunita’ a un ragazzo di Terni come lui, Danilo Petrucci, pilota Fiamme Oro, ha abbandonato la ART con la quale corre Alex De Angelis per salire sulla Ducati GP14 del Team Pramac.

LaPresse/EFE

LaPresse/EFE

Non sono abituato a certe posizioni – ha detto Petrucci – e quando ho visto che potevo passare facilmente molto piloti mi sono messo sotto, poi sono arrivato vicino a Lorenzo e Marquez. Avevo sinceramente paura di Lorenzo, perche’ in condizioni cosi’ difficili con l’asfalto scivoloso, se fossi caduto con lui, sarebbero stati dolori per me una volta tornato al box. E invece sono andato avanti, con Dovizioso, con il quale ho battagliato, fino a Rossi“. Lo stile di guida di Petrucci sul bagnato e’ stato aggressivo e spettacolare. “A ogni frenata – ha detto Andrea Dovizioso – credevo che Danilo andasse in terra, invece lui guida cosi’ sul bagnato. Alla fine della gara non riuscivo a stargli attaccato“.

LaPresse/Reuters

LaPresse/Reuters

Anche Rossi riconosce il talento di Danilo. “Se mi avesse fatto cadere in gara – ha scherzato Rossi – come ha fatto al ranch, non lo avrei mai piu’ invitato. Scherzi a parte sono contento per lui, questo e’ il suo primo podio in MotoGp, se l’e’ meritato“. Il segreto del successo di Petrucci in questa gara e’ stato il suo passato di crossista. “Vengo da fuoristrada – ha detto il ternano – per me una pista che cambia a ogni giro non e’ un problema, per questo riesco ad andare piu’ forte degli altri sul bagnato. In passato con moto meno competitive sono riuscito a fare anche un 12/o posto, che per i piu’ non significa molto, ma per il mio box era una vittoria, ora riesco ad andare piu’ forte. Certo non credevo e non credo ancora a quello che e’ successo. Prima in gara credevo di giocare alla playstation, perche’ certi piloti cosi’ vicino a me di solito li vedo solo li, spero di non svegliarmi di colpo nel mio letto“.