Sabato 10 Dicembre

Mondiali Nuoto, Settebello, neanche il Bronzo: vince la Grecia ai rigori

Fabio Ferrari - LaPresse

Il Settebello del Ct Campagna non riesce a superare gli avversari greci ai rigori nella finale per il terzo posto mondiale, valido come pass per le Olimpiadi di Rio 2016

Il Settebello non inizia al massimo delle sue potenzialità la finale per il terzo posto contro la Grecia ai Mondiali di nuoto di Kazan. Il primo quarto finisce con gli ellenici in vantaggio di un gol. Di Fulvio sblocca fortunatamente il risultato, portando la partita sull’1 a 1, ma la Grecia gestisce la partita, imponendo un gioco lento. A meno di due minuti dalla fine del secondo tempo la Grecia mette a segno il gol del vantaggio, riportandosi nuovamente a +1. L’Italia però, invece di reagire, sembra cedere, e la Grecia ne approfitta, segnando il gol del 3-1. Pietro Figlioli non ci sta, e quasi allo scadere della sirena del secondo quarto segna il gol che accorcia le distanze, così le due squadre vanno all’intervallo lungo sul risultato di 3-2 per la squadra ellenica. Al rientro in campo la storia sembra non cambiare e gli italiani subiscono presto un altro gol. Velotto risponde e accorcia nuovamente le distanze, portando i suoi compagni nuovamente a -1. Con una strepitosa giocata i greci portano la partita sul +2. A metà del terzo quarto la partita sembra sbloccarsi, ed è botta e risposta tra le due squadre, che segnano tre gol ciascuno. L’ultimo quarto inizia col punteggio di 7-6 per i Greci. Grazie ad un rigore il Settebello pareggia i conti a metà del quarto quarto, ed è così che termina la partita, in parità. Come il Setterosa, anche la formazione maschile, deve giocarsi il terzo posto, e il pass per Rio 2016, ai rigori. Un rigore sbagliato e uno parato dal portiere greco fanno svanire il sogno degli italiani, che perdono, classificandosi dunque quarti.