Domenica 11 Dicembre

Mondiali Nuoto, Federica Pellegrini: “non so se nuoterò i 100sl”

LaPresse/Gian Mattia D'Alberto

Federica Pellegrini alla vigilia dell’esordio in vasca fa il quadro della situazione

Femke Heemskerk ha il primo tempo stagionale; è lei la favorita. Lo scorso anno ha acquisito sicurezza. A livello psicologico dubito che mi soffra, visto che ci conosciamo e gareggiamo insieme da tanti anni anche se ho sempre vinto i confronti diretti“. Così Federica Pellegrini, primatista mondiale dei 200 sl, alla vigilia della gare in vasca ai Mondiali di nuoto di Kazan. La campionessa 26enne è molto ottimista: “Sono fiduciosa del lavoro svolto e dei tempi di avvicinamento. Il primato personale in tessuto di 1’55” nuotato a Vichy mi ha sorpreso. Desidero vivere la gara con molta leggerezza senza patemi e senza pensare che è l’ultimo campionato mondiale“. La nuotatrice di Mirano ha ribadito la sua strategia per le gare: “Valuterò se nuotare i 100 stile libero solo dopo i 200 perchè la gara è lo stesso giorno della staffetta 4×200. Romperò il ghiaccio con la staffetta 4×100 sl per entrare subito in gara e provare la vasca. Dopo i 200 sl sono a disposizione della squadra per le staffette miste che sono divertenti, ma hanno una valenza tecnica minore“. Sulle condizioni dell’impianto di Kazan permangono dei dubbi: “Abbiamo provato la vasca. Per ora l’acqua è calda, ma ci hanno assicurato che finito il sincro sarà raffreddata. Non credo cadranno molti record mondiali: difficile nei 200 stile libero, quasi impossibile nei 400 con Katie Ledecky che lo ha abbassato già di molto“.