Sabato 10 Dicembre

Mondiali Atletica: l’azzurra Silvia Salis non riesce a qualificarsi

Si ferma alle qualificazioni l’azzurra martellista Silvia Salas ai Mondiali di atletica di Pechino

L’avventura di Silvia Salis ai Mondiali di Pechino si ferma in qualificazione. La martellista azzurra azzecca il miglior lancio alla terza prova, un 66.80 che però non le consente di andare oltre la ventiquattresima posizione. La 29enne genovese aveva aperto la sua serie con un 64.43 ‘strisciato’ sulla gabbia di protezione; contro la rete il suo terzo lancio. “Siamo ad un Mondiale – il commento della Salis – e la competizione in questa specialità si fa sempre più serrata con Paesi emergenti che ora battagliano ad alto livello. Purtroppo oggi il mio lancio più brutto è stato anche il più lungo. Per la finale serviva arrivare al limite dei 70 metri, misura che in questa stagione, segnata anche da un fastidio all’inserzione dell’adduttore destro, ho raggiunto una sola volta. Oggi non sono riuscita a fare altrettanto, mi dispiace molto. Ringrazio il mio tecnico Gino Brichese e la Federazione che mi ha dato comunque l’opportunità di tornare in Nazionale nell’evento top dell’anno dopo che nelle ultime due stagioni io stessa avevo preferito rinunciare“. La misura in vetta alla qualificazione è il 75.01 della polacca, primatista del mondo, Anita Wlodarczyk davanti al 74.39 (PB) della francese Alexandra Tavernier e alla coppia di cinesi Zheng Wang (73.06) e Wenxiu Zhang (72.92). Dodicesima ed ultima atleta a guadagnarsi la finale è stata la bielorussa Alena Sobaleva con 69.86.