Martedi 6 Dicembre

Metta World Peace torna a casa?

LaPresse/Spada

World Peace dopo Cantù potrebbe tornare ai Lakers

I Los Angeles Lakers, alla ricerca di un’ala piccola con esperienza, starebbero pensando a Metta World Peace, reduce dall’esaltante esperienza italiana con Cantù, che peraltro avrebbe voluto riprenderlo anche per la prossima stagione.

La franchigia californiana non avrebbe ancora formalizzato alcuna offerta ma l’indiscrezione di Yahoo Sports parrebbe avere basi certe: per ora solo contatti fra l’agente del giocatore e il general manager dei gialloviola, per un’operazione che avrebbe avuto già il benestare di Kobe Bryant, uomo Lakers per eccellenza e da cui tutto passa, per un contratto annuale al minimo salariale (1.5 milioni di dollari).

LaPresse/reuters

LaPresse/reuters

Veterano di 931 partite Nba, molte delle quali disputate quando ancora si chiamava Ron Artest, World Peace non gioca nella lega più famosa del mondo dal 21 febbraio 2014, quando terminò la sua anonima esperienza a New York (prima dello sbarco in Cina, dove aveva scelto di diventare The Panda’s Friend). Con i Lakers un taglio via clausola amnesty nell’estate 2013 ma dopo 298 partite in 4 stagioni a 9,9 punti e 4 rimbalzi di media e l’unico titolo della sua carriera nel 2010. Un uomo di esperienza per un roster giovane ma senza avere la presenza ingombrante di Bryant: in questo sprazzo d’estate World Peace si è allenato proprio al centro dei Lakers, con quelli che a breve potrebbero essere i sui nuovi compagni di squadra.