Martedi 6 Dicembre

La Supercoppa sullo sfondo, Allegri non si nasconde: “Siamo pronti”

LaPresse/Daniele Badolato

A pochi giorni dalla sfida di sabato contro la Lazio, Allegri carica i suoi e respinge le critiche sugli infortuni. Buffon: “Non ci sono alibi”

“In quattro anni si è vinto tanto. Ora si riparte da zero”. parole e musica di Massimiliano Allegri in conferenza stampa a Shanghai, quando ormai mancano solo poche ore alla sfida di Supercoppa che vedrà la Juve opposta sabato alla Lazio. Lo sguardo del livornese è proiettato al futuro.

LaPresse

LaPresse

“I giocatori che sono andati via? Quelli passano, come gli allenatori. E’ stata una loro scelta. Lo zoccolo duro però è rimasto oltre a tanti giocatori giovani”. Riguardo la gara contro i capitolini, il mister spiega: “In una sfida secca i valori si assottigliano molto. Nella finale di Coppa Italia a Roma c’è stato equilibrio. Dobbiamo pensare che duri 120′ comunque fisicamente stiamo bene”. Anche il tema dell’assegnazione della maglia numero 10 a Pogba trova spazio nelle parole di Allegri: “Paul – dice – ha chiesto la 10 e avrà più responsabilità, perché vestire quel numero non è semplice. Non è semplice perchè la 10 l’hanno indossata i più grandi giocatori della Juventus”. Argomento scottante è quello che riguarda gli infortuni: “Mi spiace che Chiellini, Khedira e Morata non possano giocare la finale. Rimaniamo sereni, aspettiamo il loro recupero. Barzagli oggi lavorerà con la squadra”.

LaPresse/Daniele Badolato

LaPresse/Daniele Badolato

Accanto ad Allegri siede il capitano di mille battaglie Gigi Buffon che non si nasconde dietro le partenze dei big: “In un’annata come questa ci sono tanti stimoli per non avere rimpianti alla fine. Abbiamo cambiato l’ossatura della squadra, rinnovando e ringiovanendo. Non è un alibi, ma qualche problema in più potrebbe esserci. La differenza tra Pechino e Shanghai? Dipende dal risultato di sabato. Se vincessimo, sarebbe un altro ricordo bellissimo”.