Venerdi 9 Dicembre

La Roma fa la “festa” al Siviglia, 6-4 con un Dzeko strepitoso

Prima la presentazione della squadra ai tifosi, con il capitano Totti a chiudere la passerella. Poi la vittoria schiacciante che porta le firme di Dzeko, Salah, Totti, Torosidis e Nainggolan

Prima l’abbraccio dello stadio ai giocatori che sfilano sul prato dell’Olimpico sulle note di ‘Learn to Fly’ dei Foo Fighters, poi l’amichevole contro il Siviglia. La prima di Dzeko con la maglia giallorossa. La prima di Salah, l’ennesima consacrazione del capitano, Francesco Totti, il tributo consegnato a Rudy Garcia. Serata da brividi all’Olimpico per l’opening day della Roma.

Dzeko-roma In trentacinquemila hanno salutato la nuova rosa. Dai portieri con Bogdan Lobont primo a scendere in campo per passare a Morgan De Sanctis e uno dei grandi acquisti stagionali, ovvero Wojciech Szczesny. Tutti schierati a centrocampo. C’è Castan che ha superato brillantemente l’operazione alla testa. C’è Florenzi, i centrocampisti Radja Nainggolan, Strootman, Pjanic, l’applauditissimo De Rossi. E ancora Iturbe, Gervinho, Ibarbo. La curva saluta l’ingresso di Salah e Dzeko. Ovazione per il capitano Francesco Totti ultimo a chiudere la sfilata delle presentazioni prima di Rudy Garcia. Poi il giro di campo. Il tripudio, e una stagione da cominciare con l’amichevole contro il Siviglia. Un’amichevole che si trasforma subito in uno show. Se il buongiorno si vede dal mattino, la Roma può veramente sorridere.

Salah-Roma Nel match-presentazione contro il Siviglia, brilla per lunghi tratti la squadra di Garcia, vittoriosa con un tennistico 6-4 e a splendere è la stella di Edin Dzeko, in gol 4′ dopo il suo esordio all’Olimpico con un destro violento che si infila sotto la traversa e protagonista, più in generale, con una doppietta e un assist. L’attaccante bosniaco voleva dimostrare subito di essere la versione migliore vista al City e ripagare immediatamente i suoi nuovi tifosi. Garcia lo sapeva e a lui affida il compito di reggere il tridente offensivo, completato dai nuovi arrivati: i funamboli Falque e Salah (i romani Totti, De Rossi e Florenzi partono dalla panchina). La Roma è un rullo compressore e già nel primo tempo va avanti 4-0 grazie alla doppietta di Dzeko e alle reti di Torosidis e Nainggolan.

LaPresse/Roberto Bregani

LaPresse/Roberto Bregani

L’inizio della ripresa è sempre un monologo giallorosso che porta ad altre due marcature. Questa volta sono il capitano Francesco Totti e Salah a dare al risultato una dimensione tennistica. A questo punto, complice un calo di concentrazione e i numerosi cambi, il Siviglia rientra in partita con le reti di Koke, Reyes e la doppietta di Suarez. Finisce 6-4 una serata magica per la Roma, che con Dzeko là davanti fa davvero paura.