Giovedi 8 Dicembre

Kris & Phil: insieme per la rinascita di Knicks

Icon SMI/LaPresse

Phil Jackson ha scelto Kristaps Porzingis per la rinascita della sua squadra, i Knicks

Phil Jackson, allenatore “zen”, vincitore di 13 anelli NBA e fresco “scrittore” del libro Eleven Rings (11 anelli, per l’appunto, quelli vinti da allenatore), ha il basket nel sangue. E ama alla follia il verbo vincere. Dopo avere dominato con i Los Angeles Lakers e i Chicago Bulls, Phil è oggi il presidente della squadra di basket di New York, una franchigia che, purtroppo per la Grande Mela, non vince il titolo da troppo tempo. Phil Jackson, sia da allenatore che da presidente, vede la vita in maniera diversa da quasi tutti. Ecco perché vince tanto. Perché segue la sua strada, la sua visione. Anche se spesso il suo percorso, prima dell’arrivo delle vittorie, viene stupidamente criticato. Quando non, addirittura, fischiato. Come è successo nel corso della presentazione di Kristaps Porzingis, che Phil ha scelto come l’uomo della rinascita dei Knicks. Porzingis, 2 metri e 12 centimetri, from Lettonia, è stato infatti fischiato dal suo stesso pubblico nel corso della serata dei draft, al Barclays Center di Brooklyn. Né Jackson né Porzingis se la sono presa. Ai fischi risponderanno sul campo: con tecnica, tattica, strategia. E vittorie, si spera.