Venerdi 9 Dicembre

Invictus 280TT debutta al Cannes Yachting Festival [FOTO]

L’Invictus 280TT firmato da Christian Grande Design Works debutterà al Cannes Yachting Festival

Debutto internazionale al Cannes Yachting Festival, dall’8 al 13 settembre 2015, per l’Invictus 280TT firmato da Christian Grande Design Works, la versione tender del best seller 280GT. Invictus Yacht è al debutto sui mercati internazionali con il modello 280TT al prossimo Cannes Yachting Festival 2015. Per gli armatori che non amano i compromessi, il nuovo 280 TT di Invictus è la barca perfetta sia per la sola navigazione sia per essere utilizzata quale tender di maxi yacht. Sulla serie TT ogni aspetto è all’insegna della flessibilità di utilizzo, della comodità e della sicurezza, tutte qualità “vestite” del miglior stile di sempre. Il 280 TT condivide la prua semi-rovescia con la serie GT ed è proposto con un ampio divano a U che corre lungo tutta la murata della porzione di prua. Sottocoperta lo spazio è maggiore di quanto ci si potrebbe aspettare, grazie alla scelta della conformazione prodiera e all’abile progettazione delle superfici. Ciò ha consentito di ricavare un bagno con doccia e spogliatoio in un unico e confortevole locale. Un plus notevole per un’imbarcazione che, sulla carta, dovrebbe servire solo per brevi uscite di “commuting” tra yacht e costa, o simili. Invictus ha voluto fare di più, ha voluto introdurre il concetto di tender-yacht, perché con il 280TT è possibile scegliere se vivere la barca come mezzo di appoggio o se utilizzarla come vero e proprio yacht per il day cruising. Offre quindi ai suoi clienti un sofisticato e compatto scafo, ricco di dotazioni allo stato dell’arte e dal design elegante e innovativo. Le innovazioni non finiscono qui: la parte anteriore della carena si integra con innovativi parabordi fissi, che seguono le linee dello scafo fondendosi con questo, e che sono sagomati per fornire la massima
libertà di manovra e, ovviamente, per essere anche belli da vedere. La vocazione di tender sofisticato si fa materia nella differente corposità dello scafo, dall’aspetto maggiormente omogeneo e ancora più massiccio grazie alla presenza dei lunghi parabordi, che ne sottolineano, esteticamente e funzionalmente, la resistenza agli urti e ai fisiologici spostamenti, sollevamenti messe a mare che caratterizzano la quotidianità di un tender.
La plancia, dotata di strumentazione digitale di ultima generazione, comprende anche l’ingresso sotto coperta e termina in un ampio e avvolgente parabrezza. La zona timoneria si colloca centralmente e offre un doppio sedile ergonomico, montato sulla porzione frontale del mobile centrale. Quest’ultimo è attrezzato con fuochi, frigorifero e stipetti per diventare una piccola cucina open air. La spiaggetta di poppa è ampia e vivibile, e la parte posteriore della barca nasconde il vano motore tramite un cuscino prendisole ampliabile attraverso la rotazione dello schienale posteriore.