Giovedi 8 Dicembre

Il rugby è sostegno, lo dimostra la Nazionale Mixed Ability Rugby

La Nazionale Mixed Abilitiy Rugby, che elimina le barriere tra giocatori normodotati e disabili dimostra che il rugby è sostegno

Se da una parte c’è una Nazionale che fa fatica a decollare, dall’altra abbiamo una realtà nata poco meno di un anno fa che sta riscuotendo grande successo, chi è?? La Nazionale italiana Mixed Ability Rugby. L’associazione internazionale IMAS promuove un modello di sport mixed ability, eliminando le barriere tra giocatori disabili e normo-dotati attraverso l’adozione di squadre integrate. Il progetto Mixed Ability Rugby è partito, qui in Italia, dalla collaborazione tra Rugby Chivasso onlus e Settimo Rugby Torino con la collaborazione di alcuni ragazzi del Cremona, del Rivoli e del Villorba rugby, in un solo anno è riuscito ad organizzare una squadra permettendogli di partecipare alla primo Torneo Mondiale di Rugby Mixed Ability – MARWT di sempre. Più di 400 partecipanti. 10 paesi coinvolti. 5 giorni di eventi gratuiti. 1 città ospitante, Bradford.
L’Italia Mixed Ability sta andando forte, dopo aver pareggiato contro il Galles e vinto contro la Francia, ora affronta in semifinale i padroni di casa della selezione inglese. Tanto entusiasmo e spirito di squadra, questo il commento di un giocatore del team: “Qualsiasi sarà il risultato della semifinale, la grinta e il sorriso di questi ragazzi è stata la nostra più grande vittoria.
In bocca al lupo all’Italia Mixed Ability

Mirko Clemente – Rugbymeet