Sabato 3 Dicembre

I leoni baschi tornano a ruggire, la Supercoppa è dell’Athletic Bilbao

LaPresse/EFE

Il Barcellona non riesce a rimontare lo 0-4 dell’andata. Al Camp Nou finisce 1-1, sogno sextete in fumo

L’Athletic Bilbao mette i bastoni tra le ruote a Luis Enrique e manda in fumo il sogno sextete del Barcellona che, dopo il clamoroso 0-4 dell’andata, impatta 1-1 al Camp Nou dicendo addio alla Supercoppa di Spagna. Dopo la pazza finale di Supercoppa Europea contro il Siviglia, vinta solo all’ultimo respiro con un gol di Pedrito nei supplementari, non riesce l’ennesimo miracolo ai catalani che cedono il passo ai più volenterosi avversari baschi.

LaPresse/EFE

LaPresse/EFE

Sono proprio i leoni Bilbaini a fare festa, in un Camp Nou gremito in ogni ordine di posto, festeggiando un trofeo dopo ben 31 anni di attesa. La gara comincia subito con un dominio blaugrana, 75% di possesso palla e Athletic Bilbao costretto a rincorrere gli avversari. Gli ospiti si difendono bene fino a cinque minuti dall’intervallo quando Messi, servito da Suarez, mette dentro il pallone dell’1-0. Quinta competizione e ancora gol per la Pulce argentina che continua a inseguire un record: far gol in tutte le manifestazioni in cui gioca. Dopo Liga, Coppa del Re, Champions, Supercoppa d’Europa e Supercoppa di Spagna manca solo il Mondiale per Club tra lui e questo personalissimo primato. Nella ripresa il Barcellona continua ad attaccare a testa bassa ma il Bilbao si difende con ordine. Proprio nel momento migliore dei catalani arriva la doccia fredda. Piqué si fa cacciare per un doppio giallo lasciando in 10 i suoi.

LaPresse/EFE

LaPresse/EFE

 I baschi ne approfittano e alzano il baricentro ma sono i catalani a sfiorare il raddoppio con Rakitic e Pedro. Il tempo scorre e l’Athletic sente sempre più vicino il sogno Supercoppa, sogno che si realizza a dieci minuti dal termine quando il solito Aduritz sigla l’1-1, mandando in visibilio i tifosi biancorossi. Il signore di questa Supercoppa è proprio il bomber basco che, dopo la tripletta dell’andata, si va a prendere la scena anche al Camp Nou, togliendo ogni speranza agli avversari. Al triplice fischio finale può partire la festa dell’Athletic Bilbao, un trionfo meritato e sudato contro una formazione che ha lasciato le briciole a qualunque avversario abbia incontrato. Ma i baschi ce l’hanno fatta, dopo un interminabile digiuno tornano a fare festa, finalmente è capitan Gurpegi ad alzare quella coppa tanto sognata e tanto desiderata.