Giovedi 8 Dicembre

Golf, Wyndham Championship: bene Tiger Woods

LaPresse/REUTERS

Tiger Woods si riprende al Wyndham Championship in corso sul percorso del Sedgefield Country Club

Tiger Woods, particolarmente ispirato, si è preso tutta la scena con un 64 (-6) e il settimo posto nel primo giro del Wyndham Championship (Pga Tour) sul percorso del Sedgefield Country Club (par 70), a Greensboro nel North Carolina. Ha offerto giocate vecchia maniera e il pubblico è stato tutto per lui anche se hanno fatto meglio William McGirt, Erik Compton e Tom Hoge, leader con 62 (-8), e Jim Herman, Derek Ernst e Morgan Hoffmann, quarti con 63 (-7). Hanno marciato di pari passo con Woods anche Davis Love III, il tedesco Martin Kaymer e lo svedese Carl Pettersson e hanno concluso con un colpo in più Tom Gillis, lo svedese Jonas Blixt e il giapponese Hideki Matsuyama, 11.i con 65 (-5). Al 20° posto con 66 (-4) l’inglese Paul Casey, il fijiano Vijay Singh e lo spagnolo Gonzalo Fernandez Castaño, al 35° con 67 (-3) Brooks Koepka, l’australiano Adam Scott e i sudafricani Ernie Els e Charl Schwartzel e al 66° con 68 (-2) l’inglese Luke Donald. Nessun bogey per il trio di testa con McGirt e Compton autori di otto birdie e con Hoge che ha ottenuto lo stesso esito con un eagle e sei birdie. Woods ha iniziato dalla buca 10 imbucando una palla da circa venti metri fuori dal green per il birdie. “C’è stato un boato -ha detto Brooks Koepka, che giocava con lui insieme a Hideki Matsuyama- da tempo non sentivo una cosa del genere“. Ha aggiunto Woods: “La gente è impazzita ed è stato così per tutto il resto del campo“. Subito dopo l’ex numero uno mondiale ha perso un colpo, ma è stato l’unico bogey del turno. Da quel momento ha trovato precisione dal tee e ha ben interpretato pendenze e velocità su green in cui aveva giocato per la prima volta nei giri di prova. In due occasioni ha messo a segno putt di almeno cinque metri, la prima per salvare un par e la seconda per realizzare il quarto birdie prima del giro di boa, poi nel rientro ha completato il punteggio con altri tre birdie, impeccabile con il putter da media distanza. “Ho realizzato sei colpi sotto il par in un giro che doveva essere tra i due e i quattro. In questo c’è stato anche il supporto degli spettatori che sono stati fantastici. In realtà hanno contribuito allo spettacolo anche Brooks e Hideki che si sono espressi molto bene“, ha concluso l’ex numero uno del mondo. Il montepremi è di 5.400.000 dollari con prima moneta di 972.000 dollari.