Domenica 4 Dicembre

Golf: Francesco Molinari unico italiano allo Us Pga Championship

LaPresse/PA

Rientrerà il nordirlandese Rory McIlroy allo Us Pga Championship, in gara per l’Italia solo Francesco Molinari

Francesco Molinari sarà l’unico italiano partecipante allo Us Pga Championship (13-16 agosto), il quarto major stagionale che avrà luogo al Whistling Straits di Sheboygan nel Wisconsin. Nell’occasione farà il suo rientro alle gare il nordirlandese Rory McIlroy, campione uscente e numero uno mondiale, fermato da un infortunio alla caviglia che si è procurato giocando a calcio con gli amici.

LaPresse/PA

LaPresse/PA

Dovrà difendere la sua leadership mondiale dal presumibile attacco di Jordan Spieth, che peraltro, ha già fallito due volte l’impresa di spodestarlo, sebbene il rivale fosse ai box. Il 22enne texano ha solo poche opzioni per arrivare alla meta: vincere con McIlroy oltre il secondo posto, quindi classificarsi secondo da solo (con McIlroy oltre il sesto), secondo con un altro (McIlroy oltre il 13°), secondo con altri due (McIlroy oltre il 33°) o terminare entro la terza piazza con il suo avversario fuori al taglio.

LaPresse/Reuters

LaPresse/Reuters

Non ha invece ambizioni mondiali, ma solo quella di ritrovare il gioco perduto Tiger Woods, che peraltro nell’ultima uscita (Quicken Loans National) per tre giri è stato abbastanza efficace compromettendo però una posizione migliore della 18ª con un turno sopra par (74, +3). “Ho cercato di variare il mio gioco in modo che potesse essere adattabile a tutti i campi e quindi darmi la possibilità di tornare a vincere un major -ha dichiarato Woods, alla 18esima presenza nel torneo che ha vinto quattro volte-. Queste variazioni sono necessarie per tre dei quattro major, perché ogni anno il percorso viene cambiato, mentre per il Masters, che si svolge sempre ad Augusta, il discorso è diverso. Il tracciato è ottimo. Ora è un po’ allentato per la pioggia caduta e, inoltre, vi sono tante zanzare che infastidiscono. Comunque i green sono perfetti e ogni parte sembra in ottimo stato“. “Per quanto mi riguarda, non credo che abbia perso il passo per la serie di infortuni e stop -ha aggiunto l’ex numero uno del mondo-. Forse non riesco a colpire ancora benissimo la palla, ma rispetto agli inizi della mia attività i drive sono più lunghi, però ora ci sono giocatori che mi superano. In carriera ho avuto il vantaggio di esibirmi in tutti i campi del mondo e questo mi ha fatto fare un’esperienza che forse pochissimi hanno. Posso affrontare qualsiasi situazione e, ora che sto invecchiando, poter ricorrere a tale bagaglio è fondamentale“.Tra i numerosi candidati al titolo, dove forse non trovano posto in prima fila McIlroy e Woods, mentre sicuramente c’è Spieth, i più in forma sembrano Bubba Watson, Jim Furyk, Rickie Fowler, l’inglese Justin Rose, lo svedese Henrik Stenson e l’australiano Jason Day. Un gradino sotto, ma comunque in grado di compiere qualsiasi exploit, Matt Kuchar, Zach Johnson, Dustin Johnson, Keegan Bradley, Patrick Reed, lo spagnolo Sergio Garcia, l’australiano Adam Scott e il tedesco Martin Kaymer. Non convincono in questa fase Phil Mickelson, i sudafricani Louis Oosthuizen e Charl Schwartzel, il nordirlandese Graeme McDowell, gli inglesi Luke Donald e Ian Poulter. Sarà interessante osservare la prova dell’irlandese Shane Lowry, caricato dal successo nel WGC Bridgestone Invitational che l’ha lanciato al quarto posto nella money list europea e che gli ha aperto per tre anni la strada del PGA Tour.

LaPresse/PA

LaPresse/PA

Quanto a Francesco Molinari, si attende che ritorni ai suoi standard in una stagione costellata di alti e bassi. Nel giro iniziale Francesco Molinari partirà alle ore 8,25 locali insieme a Gary Woodland e allo scozzese Marc Warren. Dieci minuti prima saranno sul tee Tiger Woods, Martin Kaymer e Keegan Bradley, mentre nel pomeriggio (ore 13,20) toccherà a Rory McIlroy insieme a Jordan Spieth e a Zach Johnson.