Giovedi 8 Dicembre

Garcia presenta la Roma: “la stagione dirà se abbiamo colmato il gap con la Juve”

Il tecnico francese fissa l’obiettivo: “è fondamentale qualificarci in Champions” poi un commento sulla coppia Dzeko-Totti: “non è un’eresia schierarli assieme”

“Sul campionato abbiamo grandi ambizioni. Sono qui per vincere dei titoli, non sono cambiato. Sappiamo, però, che sarà fondamentale qualificarci alla Champions League”. L’allenatore della Roma, Rudi Garcia, fissa l’obiettivo per la prossima stagione, che inizia domani sera in trasferta contro il Verona. “già da domani dobbiamo giocare con ambizione -sottolinea Garcia in conferenza stampa, il Verona è una squadra di qualità e dovremo essere bravi a contrastarlo e cercare di imporre il nostro gioco“.

LaPresse/Alfredo Falcone

LaPresse/Alfredo Falcone

Il tecnico giallorosso chiede poi unità e serenità all’ambiente capitolino: “noi tutti: giocatori, allenatore, società e tifosi dobbiamo restare uniti per il bene della Roma. Dico questo perché ora conosco bene la piazza e ci può stare che ci sia un po’ di disfattismo quando le cose non vanno al meglio, forse perché nella sua storia la Roma non ha ottenuto i risultati che avrebbe meritato. Momenti difficili ci saranno anche quest’anno, ma se resteremo insieme saremo più forti. Il destino della Roma è quello di vincere: siamo nella città più prestigiosa del mondo e indossiamo la maglia più bella del mondo. Insieme saremo più forti“. Garcia si dice soddisfatto del mercato della società “posso dire che la società ha lavorato bene per migliorare la rosa. Sono arrivati grandi giocatori e il mercato non è finito. Completeremo la nostra rosa entro il primo settembre. Gap con la Juve? La stagione dirà se lo abbiamo colmato“.

LaPresse/Spada

LaPresse/Spada

Garcia parla poi dell’arrivo di Edin Dzeko, la punta di peso che a Trigoria non si vedeva da qualche anno: “avremo una punta che starà molto di più nell’area. Siamo più ricchi e penso sia un grande vantaggio per vincere le partite. Abbiamo tante soluzioni e non credo sia un’eresia far giocare Totti e Dzeko insieme. Non dimentichiamo Yago Falque che ha avuto tutto il tempo di fare la preparazione e inserirsi al meglio, cosa che non non sono riusciti a fare né Dzeko né Salah“. Per la prima volta dopo 20 anni Francesco Totti rischia di perdere il posto da titolare. “siamo fortunati ad avere il capitano -sottolinea l’ex allenatore del Lille-. Ha dimostrato a Valencia di essere prezioso per la squadra però tra pochi giorni compirà 39 anni e non può giocare tutte le gare senza perdere la forma fisica. Per me non ci sono problemi, sarà sempre un bene per la squadra. Il capitano in questa stagione avrà un grande ruolo sia dentro sia fuori dal campo“.

garcia-pjanicPer la trasferta del ‘Bentegodi’ Garcia avrà gli uomini contati in difesa: “Maicon sarà con noi dall’inizio della prossima settimana e sarà pronto per la Juve, Cole non sarà nella lista dei disponibili per una scelta della società. Gyomber si è allenato oggi, sarà convocato e potrà darci una mano a Verona se serve. Non ha ancora provato il modo di difendere della squadra ma ci potrà dare una mano. In porta giocherà Szcezsny, ma poi valuterò di giornata in giornata perché per me lui e De Sanctis sono alla pari“. Infine Garcia commenta le parole del ct dell’Olanda Danny Blind, sul dramma sportivo di Kevin Strootman, fuori da un anno e mezzo: “Kevin è un giocatore formidabile, uno dei più forti centrocampisti al mondo. Ha tutto il mio sostegno e quello della società, sta lavorando per tornare. Lo farà e sarà più forte. Non sono un medico e non posso parlare d’altro. Spero torni nel minor tempo possibile”.