Mercoledi 7 Dicembre

Fabbiano al turno finale delle qualificazioni. Tutti gli altri a casa

LaPresse/Andrea D'Errico

Thomas Fabbiano accede all’ultimo turno delle qualificazioni Slam di New York. Fuori Arnaboldi, Vanni e Burnett

Cemento indigesto per gli italiani in cerca della qualificazione Slam a New York: rimane in corsa solo Thomas Fabbiano, bravissimo a recuperare un set di svantaggio al belga Germain Gigounon e vincere secondo e terzo parziale in modo piuttosto netto (4/6 – 6/1 – 6/1). Per lui adesso al terzo e decisivo turno, un avversario veramente ostico: Nikoloz Basilashvili, già top 100 e al momento fisso al numero 97 delle classifiche ATP. In caso di vittoria quindi un doppio importante risultato: un avversario top100 battuto e un nuovo tabellone principale a New York, Slam in cui riuscì già a qualificarsi un paio d’anni fa.

LaPresse/EFE

LaPresse/EFE

Escono invece gli altre 3 impegnati nel secondo turno, e soprattutto i maschi lo fanno con notevoli rimpianti: Luca Vanni, la nostra miglior freccia in queste quali, esce di scena in 3 set dopo 2h20, in un match in cui il servizio non è stata un’arma importante dalla sua. L’avversario era più adatto alla terra battuta, ma nonostante i pronostici fossero tutti per l’italiano alla fine a passare il turno è stato l’argentino Maximo Gonzalez per 6/3 – 5/7 – 6/2. Da segnalare che nel terzo Vanni è stato in vantaggio 2 giochi a zero prima di cedere 6 giochi consecutivi. Un crollo brutale che lo ha messo alla porta di New York.

Fuori anche Andrea Arnaboldi, anche lui al termine di una vera e propria maratona: 6/4 – 2/6 – 7/6 per lo spagnolo Adrian Menendez – Maceiras, in un match da terra battuta trasferito sul cemento. Scambi interminabili, servizi rispettati nel terzo set per un match che doveva essere vinto. Senza se e senza ma.

Abbandona infine New York Nastassja Burnett, eliminata dopo una buona partenza dalla russa Elizaveta Kulichkova in due set a senso unico con un duplice 6/3: la strada del rientro dal brutto infortunio è ancora lunga.