Giovedi 8 Dicembre

Elezioni IAAF, Anna Riccardi nel consiglio di Sebastian Coe

Anna Riccardi, con 151 presenze, viene confermata nella quota donne del Council. Luca Verrascina nel Comitato tecnico

En-plein sfumato solo alla fine, per i candidati italiani tra Council e Committees. Dei quattro in corsa, non ce l’ha fatta solo Massimo Magnani, il DTO azzurro, che puntava alla conferma nella struttura del cross country. Fatale il secondo giro di voto, dopo che nel primo era risultato primo dei non eletti. Disco verde per Anna Riccardi, confermatissima (151 preferenze, terza in graduatoria, a dimostrazione di un consenso quasi globale) nella quota donne del Council.

verrascina L’Italia potrà vantare la sua presenza nel Consiglio di Sebastian Coe, l’orgsanismo che sarà chiamato alla riscrittura del futuro della disciplina. Si è tradotto in un posto nel Comitato Tecnico, l’ampio credito internazionale guadagnato in questi anni da Luca Verrascina, il fiduciario nazionale del GGG, da oggi anche componente di quello che può essere considerato lo “scrigno delle regole” dell’atletica. Conferma per acclamazione alla guida del Comitato della marcia per Maurizio Damilano, l’oro olimpico di Mosca 1980, sempre più leader di una specialità chiamata, a breve, a scelte di profondo spessore. Soddisfazione da parte del presidente federale Alfio Giomi: “Quella offerta dall’elezione di Sebastian Coe – le parole di Giomi – è una straordinaria occasione per l’atletica leggera: ha le qualità per portare il nostro sport nel futuro, ed è per questo che già a suo tempo avevamo scelto di sostenerlo pubblicamente. In coppia con Sergey Bubka, metteranno a disposizione di tutti una enorme energia. Sono felice anche dei risultati ottenuti dai nostri candidati: è la conferma della solidità della nostra posizione a livello internazionale”.