Lunedi 5 Dicembre

Dzeko si presenta: “Sono qui per ricominciare a vincere”

Carico e determinato il nuovo numero 9 romanista: “Pjanic e Sabatini mi hanno parlato in maniera entusiasta di questa società”. Poi ringrazia il City: “A Manchester 4 anni fantastici”

“La Roma ha un grande progetto per il futuro. E’ una squadra ambiziosa, sono felice di essere qui per dare una mano. Vogliamo essere protagonisti, lavoraremo sodo per vincere dei trofei”. E’ finalmente il giorno della presentazione di Edin Dzeko alla stampa e al popolo romanista.

dzeko4E’ l’avvento del nuovo numero 9 giallorosso arrivato per dare entusiasmo alla gente e, perché no, inseguire quel sogno che si chiama scudetto. Fondamentali per il suo approdo nella Capitale l’amicizia con il connazionale Pjanic e il lavoro del direttore sportivo Walter Sabatini: “Sono amico con Miralem perché è un mio compagno di Nazionale. Spero che il nostro rapporto possa migliorare ora che giochiamo insieme. Sia lui che Sabatini mi hanno parlato in maniera entusiasta, questa è una società che si pone obiettivi ambiziosi. Voglio ringraziare il ds per lo sforzo che ha fatto per farmi arrivare qui”. Il bosniaco non dimentica però chi gli ha dato le luci della ribalta, ossia il Manchester City dove Dzeko ha trascorso 4 anni e mezzo incredibili, costellati di successi e di gol: “Ho trascorso anni splendidi a Manchester, il City è ambizioso ed è cresciuto in maniera esponenziale vincendo 2 volte la Premier League. Forse è questa la differenza, qui è un po’ che non si vince ma si vuole tornare a farlo. Ho giocato contro la Roma l’anno scorso e ho visto una squadra con grande qualità”.

dzeko2L’attaccante 29enne parla poi della differenza di competitività tra Premier League e Serie A. “Ricordo che quando ero piccolo la Serie A era la migliore al mondo. Poi c’è stato un calo, non so dovuto a cosa e al momento la Premier è forse il miglior campionato al mondo. In Serie A però molti team stanno costruendo gli stadi di proprietà e ci sono comunque grandi calciatori. Tutti ci auguriamo che nei prossimi anni l’Italia possa tornare agli splendori del passato”. Obiettivo rinascita per Edin Dzeko nella capitale, avendo appena concluso in Inghilterra la sua peggiore stagione a livello realizzativo: “Non ho avuto problemi con nessuno se non di concorrenza. Il City è uno dei team più forti al mondo, ci sono 30 giocatori di primissimo livello.

dzeko5 L’anno scorso ho iniziato bene, poi però ho avuto degli infortuni ai polpacci e non è stato facile rientrare in squadra. Ora preferisco guardare al futuro, per far meglio della scorsa stagione. Sto bene e voglio partire carico”. Per lo scudetto la squadra da battere sarà ancora la Juventus: “Ho seguito la squadra, specie la scorsa stagione. Ha fatto un’ottima prima parte di campionato, poi non so cosa sia successo. Oggi la rosa è migliorata ed entro la fine di agosto magari ci rinforzeremo ulteriormente: saremo pronti a giocarcela”. Prima Salah, poi Dzeko. La Roma fa sul serio, la Juventus è avvertita.