Venerdi 9 Dicembre

Dybala e il suo esordio da sogno: “E’ un’emozione unica” e Allegri: “Si ma basta tunnel”. Pioli, intanto, attacca: “Juventus avanti solo grazie a un rimpallo”

Daniele Badolato/Lapresse

“Ho la fiducia della Juventus e la ripagherò” commenta l’argentino. Allegri aspetta rinforzi dal mercato e Pioli punge: “Campo pessimo”

Prima partita con la Juve, gol in una finale e vittoria: è un’emozione indimenticabile per me“. Un debutto da favola per Paulo Dybala con la maglia della Juventus, un sogno che diventa realtà in quello che è il suo primo match in bianconero: “La società ha fatto un grosso investimento su di me, ho la fiducia del mister e dei compagni e cercherò di ripagarla – promette l’argentino ai microfoni di Rai Sport -. L’obiettivo di questa società è vincere sempre, me lo hanno detto tutti, compagni e staff, qui si gioca per vincere tutte le partite. Oggi abbiamo vinto e ora pensiamo alla prossima gara“.

Marco Rosi/LaPresse

Marco Rosi/LaPresse

 Anche un rimprovero da parte di Allegri per l’attaccante argentino, reo di aver provato un tunnel ai danni dell’avversario al limite della propria area di rigore: “Pensavo che la palla passasse e non e’ stato cosi’, il mister si e’ arrabbiato ma poi mi ha chiesto scusa”. Proprio Allegri, dal canto suo, elogia i suoi autori di un’ottima prestazione: “Abbiamo fatto una partita importante, nonostante le condizioni pessime del campo. Ci serviva una partita di carattere, abbiamo avuto le nostre occasioni e ci siamo difesi in modo ordinato”. Anche il mercato nelle dichiarazioni del mister juventino: “Era importante partire bene, vogliamo ottenere dei grandi risultati anche quest’anno. Mandzukic è un giocatore di caratura europea, è un lottatore. Sono arrivati degli ottimi giocatori, il mercato è ancora aperto e ora vedremo che succederà. Per poter affrontare una stagione importante e costruire una Juventus che abbia un futuro a lungo termine servono i giocatori giusti”. Amareggiato invece Stefano Pioli, contrariato per l’andamento del match: “Oggi contava solo il risultato e non ci ha dato soddisfazione. E’ stata una partita equilibrata, difficile per il clima e il campo. Ero sicuro che la prima a segnare avrebbe vinto, ma non ero preoccupato per le sconfitte nelle amichevoli estive e stasera ho ritrovato una Lazio con grande cuore. Sono fiducioso per il nostro futuro”.

Marco Rosi/LaPresse

Marco Rosi/LaPresse

Problemi offensivi per i biancocelesti che non riescono a far male davanti: “Entrambe le squadre hanno creato veramente poco – argomenta Pioli -, il primo gol della Juve è nato da un rimpallo, il campo non ci ha permesso di giocare veloci e la palla rimbalzava troppo. Le incursioni in area le abbiamo fatte, mancava l’occasione da gol ma la Juve non ha concesso spazi”. Mercato ok per la Juve che con Mandzukic e Dybala ha portato a casa il primo trofeo, la Lazio invece ha proposto il solo Kishna, peraltro senza grandi risultati: “I nuovi? devono maturare, ma hanno già buone qualità – conclude Pioli -, sono arrivati tardi: Kishna poche settimane fa, Milinkovic solo da un paio di giorni. Dobbiamo fare in fretta, abbiamo già i preliminari di Champions e dobbiamo farci trovare nelle migliori condizioni possibili. Ripeto, merito ai nostri avversari, ma sono sicuro che ci possiamo togliere soddisfazioni anche quest’anno”.