Mercoledi 7 Dicembre

Daniel Pedrosa e un brutto week end

Noie fisiche, cadute e gara in rimonta: solita gara di Pedrosa versione 2015

Daniel Pedrosa ha chiuso al quinto posto il Gp di Brno ma in generale le indicazioni fornite dallo spagnolo per tutto il week end di gara sono state decisamente deludenti. Non ancora al meglio fisicamente e con quel senso di eterno incompiuto nella Moto Gp che da sempre lo contraddistingue, il centauro spagnolo della Honda ha così parlato: “Non ho fatto una partenza perfetta, ma non era nemmeno così male. Quando sono entrato nella prima curva Hernandez è arrivato forte e ho dovuto alzare la moto. Sono riuscito a mantenere il controllo della situazione, ma poi è arrivato anche il suo compagno di squadra, Petrucci, e mi sono messo da parte. Non avevo un gran feeling con la moto, soffrivo molto con l’anteriore”.

LaPresse/EFE/Andreu Dalmau

LaPresse/EFE/Andreu Dalmau

Delusione palese che traspare dalle sue parole, per una gara che l’ha visto partire dalla nona posizione in griglia ma recuperare fino alla quinta piazza. Una pista quella di Brno dove Pedrosa l’anno scorso aveva conquistato la sua unica vittoria stagionale ma che quest’anno l’ha visto lottare per ben altri piazzamenti: “Nel corso della gara ho rimontato e me la sono vista con le Ducati ufficiali: sono molto difficili da passare sul rettilineo ma alla fine ho passato Dovizioso all’ultimo giro”.

Una caduta per lui nella giornata di venerdì per la rottura della forcella, il dolore al piede, il nono posto in griglia e una gara fino all’ultima tornata e al duello con Dovizioso decisamente anonima: “È stato un weekend difficile, anche se domenica ho potuto lavorare meglio grazie all’aiuto del fisioterapista e alcuni farmaci”.

Pilota sfortunato o senza quel killer instinct da vincente che caratterizza  i più forti? Pedrosa è questo interrogativo e tanto altro.