Domenica 4 Dicembre

Continua il dramma sportivo di Strootman

LaPresse/Reuters

Per lo sfortunato giocatore olandese, si prospetta ora un nuovo intervento

Kevin Strootman doveva essere un vero e proprio crack, arrivato a Roma in pompa magna per gestire geometrie giallorosse e mettere muscoli e tecnica nel centrocampo capitolino. Invece da un anno e mezzo, dopo una prima parte di campionato molto entusiasmante, il forte olandese vive un dramma personale oltre che sportivo, con un ginocchio che non guarisce e che per alcuni è destinato a tenerlo lontano dal campo ancora per molto tempo. Adesso il calciatore è chiamato a una scelta, dovrà prendere una decisione che spetterà a lui, con la società che si è rimessa alla sua volontà circa un nuovo possibile ingresso in sala operatoria: potrebbe trattarsi di un intervento in artroscopia esplorativo o viceversa con un bisturi a cercare di sistemare quel legamento che ancora non trova pace.

Strootman da un anno e mezzo gira specialisti di tutto il mondo ma la soluzione non è mai arrivata: operato in Olanda, Kevin è stato però anche in Germania e Stati Uniti, senza dimenticare di consultare ortopedici italiani. 9 marzo 2014 è la data dell’inizio del calvario. Da allora specialisti e due operazioni, l’ultima delle quali il 30 gennaio di quest’anno. Il dolore più grande però è che la soluzione ancora non si intravede.

LaPresse

LaPresse

Per ora la società e il suo presidente Pallotta lo supportano, ma quanto tempo ancora potranno aspettare l’evolversi di una situazione così anomala?