Giovedi 8 Dicembre

Canottaggio, mondiali Aiguebelette: bene gli azzurri nella giornata di oggi

Lapresse/Daniele Badolato

Positiva la giornata degli azzurri ai Mondiali di canottaggio in corso sul lago francesed i Aiguebelette

Nel mondiale di canottaggio, valido anche come qualificazione olimpica, in svolgimento sul lago francese di Aiguebelette, delle dieci barche in gara oggi quattro superano il turno (3 olimpiche: quattro senza, due senza e doppio pesi leggeri maschile – 1 non olimpica: singolo pesi leggeri maschile), mentre sei barche dovranno affrontare i recuperi (5 olimpiche: quattro di coppia e singolo maschile; due senza e singolo, doppio pesi leggeri femminile); 1 non olimpica (singolo pesi leggeri femminile). Buona e’ stata la condotta di gara del quattro senza, di Marco Di Costanzo (Fiamme Oro), Matteo Castaldo (RYCC Savoia), Matteo Lodo, Giuseppe Vicino (Fiamme Gialle) i quali, oltre a vincere la batteria davanti alla Gran Bretagna e approdare in semifinale, hanno fatto registrare il miglior tempo di qualifica al termine di un’eliminatoria risultata anche la piu’ veloce (5.50.34 il tempo italiano, migliore di 2″ e ventitre centesimi rispetto a quello dell’Australia, 5.52.57, prima nella sua eliminatoria). Vince, accedendo ai quarti di finale, il due senza di Niccolo’ Mornati e Vincenzo Capelli (CC Aniene) che, dall’inizio alla fine, ha sempre condotto la gara e ha concluso in 6.28.41, miglior tempo di qualifica. La terza barca olimpica a vincere e passare il turno e’ stato il doppio pesi leggeri di Andrea Micheletti e Pietro Ruta. I due poliziotti, anche loro col miglior tempo di qualifica (6.15.20), hanno gestito la gara mettendosi alle spalle Stati Uniti e Polonia. Superamento del turno e approdo nei quarti di finale pure per il singolo pesi leggeri di Marcello Miani (Forestale), campione del mondo uscente, che ha vinto la batteria con oltre una barca di vantaggio sulla Polonia. Ai recuperi, invece, le altre sei barche in gara oggi: il quattro di coppia maschile di Simone Venier, Mario Paonessa (Fiamme Gialle), Francesco Cardaioli (SC Padova), Francesco Fossi (Fiamme Gialle), il due senza femminile di Alessandra Patelli (SC Padova) e Sara Bertolasi (SC Lario), il doppio pesi leggeri femminile di Laura Milani, Elisabetta Sancassani (Fiamme Gialle), il singolo maschile di Luca Rambaldi (Fiamme Gialle) e quello femminile di Gaia Palma (SC Lario) – tutte barche olimpiche – e il singolo pesi leggeri femminile di Giulia Pollini (CC Cernobbio) – barca non olimpica.