Sabato 3 Dicembre

Atletica, l’Iaaf respinge le accuse: “proteggiamo i diritti dei nostri atleti”

L’Iaaf, associazione internazionale delle federazioni di atletica respinge le accuse di doping che negli ultimi giorni hanno creato scalpore nel mondo dell’atletica

L’Associazione Internazionale delle Federazioni di Atletica (Iaaf) ha respinto le recenti accuse di doping dopo una inchiesta realizzata dall’emittente televisiva tedesca Ard e dal quotidiano britannico ‘The Sunday Times’, definendole come “sensazionalistiche e confusionarie“. Inoltre l’organo di governo dell’atletica ha minacciato i due media di conseguenze legali. Secondo la dichiarazione rilasciata dalla Iaaf, l’esame di 12.000 esami del sangue del database dell’organismo non può dimostrare che gli atleti hanno preso sostanze vietate. Inoltre, la Iaaf ha condannato “in maniera molto energica la diffusione, l’uso e la divulgazione di dati medici privati ​​e confidenziali“, per chiarire che l’agenzia si riserva il diritto di “fare tutto il necessario per proteggere i diritti della Iaaf ed i suoi atleti“. A quanto sembra ottocento atleti con parametri di doping sospetti hanno partecipato a gare di resistenza, dagli 800 metri alla maratona. Un gran numero di questi atleti, tra cui 146 presunti campioni olimpici e mondiali, non sono stati sanzionati. A proposito dell’accusa di non aver divulgato tali dati e non aver perseguito questi atleti, la Iaaf l’ha definita “semplicemente falsa, deludente e da parte di un giornalismo disinformato“.