Venerdi 9 Dicembre

Atletica, bufera doping: Kiptanui non è sorpreso

Non tutti sembrano sorpresi della bufera doping che ha colpito il mondo dell’atletica negli ultimi giorni, Moses Kiptanui non è infatti stupito

L’ex atleta keniano Moses Kiptanui, campione del mondo dei 3000 siepi per tre volte consecutive, ha detto di non essere sorpreso delle recenti accuse di doping nel suo sport. “Ho la sensazione che qualcosa non vada nell’atletica“, ha detto Kiptanui, in un’intervista pubblicata oggi dalla Bbc. “Le federazioni devono porre fine a queste cose“. Kiptanui campione del mondo 3000 siepi nel 1991, 1993 e 1995 è stato anche argento olimpico ai Giochi di Atlanta 1996. La tv tedesca ARD e il quotidiano britannico ‘The Sunday Times’, hanno pubblicato nel fine settimana centinaia di atleti d’elite che si sono dopati negli ultimi anni. L’emittente televisiva e il quotidiano hanno analizzato un elenco di 12.000 esami del sangue di circa 5.000 atleti tra il 2001 e il 2012, che secondo quanto affermano, provengono da un database della Iaaf. A quanto pare, secondo l’analisi, 800 atleti con parametri sospetti di doping hanno partecipato a discipline di resistenza, dagli 800 metri alla maratona. Un gran numero di questi atleti, tra cui 146 presunti campioni olimpici e mondiali, non sono stati sanzionati.