Giovedi 8 Dicembre

Andre Drummond aiuta il rookie rimasto orfano

LaPresse/Reuters

Gran bel gesto del giocatore dei Detroit Pistons: si offre di aiutare il compagno in difficoltà

Stanley Johnson sta vivendo il momento più bello della sua giovane carriera: prodotto di Arizona University, scelto dalla franchigia di Detroit con l’ottava chiamata all’ultimo draft, il 19enne ha di fronte a sé un futuro professionale decisamente roseo, indicato dagli addetti al settore e dagli stessi colleghi come uno dei giovani americani più interessanti e con maggiori margini per gli anni a venire. Purtroppo capita spesso che, nei momenti in cui la vita sembra darti tanto, improvvisamente ti toglie un pezzo importante della tua esistenza.

LaPresse/Christopher Szagola

LaPresse/Christopher Szagola

Johnson è infatti rimasto orfano da pochi giorni: la madre Karen Taylor, ex professionista, è venuta a mancare all’inizio del mese di agosto. Qui entra in gioco Andre Drummond, uno dei nuovi futuri compagni nella squadra dei Pistons: Drummond ha infatti invitato il rookie a vivere con lui per l’intera stagione, come coinquilino e lanciandosi in un gesto di pura solidarietà, capace di toccare le corde della sensibilità di molti.

“Vuole che io vada a vivere con lui. Potrebbe essere interessante, anche per capire come funzionano le cose qui” – le parole del giovane Johnson che ha aggiunto – “È stata dura ma ora sono un professionista. Devo gestire le questioni familiari al di fuori del mio lavoro, ma l’aiuto che mi è stato dato è qualcosa che resterà vivo in me per sempre”.

Un gesto di quello che piacciono ai media ma sicuramente fatto col cuore da un giovane uomo che ha intuito le difficoltà di un ancor più giovane compagno di squadra.