Martedi 6 Dicembre

Volley: nel week end l’ultima tappa del Master Group Sport Lega Volley Summer Tour 2015

Zuma press/LaPresse

Al via domani a Riccione l’ultima tappa del Master Group Sport Lega Volley Summer Tour 2015

E’ tutto a pronto a Riccione per la quarta e ultima tappa del Master Group Sport Lega Volley Summer Tour 2015, il circuito di Sand Volley 4×4 che porta la pallavolo di Serie A sulle più belle spiagge italiane. Con il 4° All Star Game si esaurisce nel cuore pulsante della Romagna l’evento organizzato da Lega Pallavolo Serie A Femminile e Master Group Sport: i campi allestiti in piazza Primo Maggio ospiteranno due giorni di sport e spettacolo, in piena sintonia con la vitalità della cittadina della riviera. Da sabato mattina le sei squadre partecipanti si batteranno per primeggiare e avere la possibilità di sfidare l’All Star Team, una selezione di campionesse del volley rosa.

Il programma sul Campo centrale si aprirà alle ore 10.00 con la Volalto Caserta, vincitrice della Supercoppa la scorsa settimana a Pescara, che senza Sonja Percan affronterà il Saugella Summer Team Monza. Contemporaneamente sul campo secondario la NTT Forlì se la vedrà con il Volley Pesaro. Alle 11.00 il debutto di Pomì Casalmaggiore, detentrice del trofeo, e Zeta System Zero Cinque Urbino, le due squadre che già hanno messo in bacheca il trofeo.

L’All Star Team farà la sua comparsa domenica pomeriggio, nell’ultima partita del tour 2015. Una formazione da brividi, in campo e fuori: al palleggio Maurizia Cacciatori, un’icona della pallavolo rosa; poi Nadia Centoni, opposta della Nazionale, e Paola Paggi, centrale della Foppapedretti Bergamo e campionessa del Mondo nel 2002. Paola Cardullo, il Libero con la ‘L’ maiuscola, iridata nel 2002 e ancora protagonista in Campionato e con l’Italia. Affiancata da Imma Sirressi, il libero Campione d’Italia con la Pomì Casalmaggiore (che per tutta la tappa giocherà con le rosa, salvo poi indossare la maglia gialla dell’All Star Team nell’atto conclusivo). In panchina Andrea Gardini, pluri-campione mondiale e primo italiano ad essere accolto nella Volleyball Hall of Fame, per il secondo anno di fila special coach delle fuoriclasse. E Paula Weishoff, un simbolo della pallavolo statunitense, anch’essa nella Volleyball Hall of Fame: tre volte alle Olimpiadi con la nazionale a stelle e strisce – con un argento nel 1984 e un bronzo nel 1996 – e per un decennio grande protagonista nel Campionato italiano tra Modena e Reggio Emilia.