Mercoledi 7 Dicembre

Volley, Final Six: oggi le ragazze di Bonitta affrontano il Belgio

lapresse

Le ragazze di coach Bonitta affrontano oggi il Belgio a Catania per la qualificazione alla Final Six di Omaha

Tornano in campo stasera le azzurre che alle 20.10 (differita su Raisport 2) affrontano il Belgio, già battuto nel primo week end ad Ankara. Un match ampiamente alla portata del sestetto di Marco Bonitta, alla ricerca delle vittorie che possano fargli raggiungere la certezza della qualificazione alla Final Six di Omaha (22-26 luglio).
Marco Bonitta e le sue ragazze sono fiduciosi: “Siamo molto concentrati su queste ultime tre gare – ha detto il ct in conferenza stampa – Le finali del Grand Prix sono un obiettivo a cui teniamo molto e vogliamo raggiungerle.”
Sicuramente stiamo per giocare una tappa decisiva. Fortunatamente ce la giochiamo in casa. – ha detto la capitana Valentina Arrighetti – Qui in Sicilia si sta benissimo e le condizioni sono le migliori per cercare di fare quei punti che ci mancano per andare in Nebraska. Questo Grand Prix sta andando bene, forse anche oltre le aspettative. Speriamo che l’esperienza fatta nelle prime due tappe ci aiuti a completare l’opera in questa terza ed ultima. La squadra ha iniziato il torneo con diverse novità, ma credo che ognuna abbia dato una risposta più che positiva e questo sia un segnale importante.
Anche per Lucia Bosetti le cose in casa Italia stanno andando benissimo: “Arriviamo a questo appuntamento con ben quattro vittorie, tra cui quelle con il Giappone e con la Turchia che ci hanno dato molto morale. – ha dichiarato la schiacciatrice azzurra –  Questo è un quadrangolare molto difficile, che dovremo affrontare con la massima concentrazione, per centrare l’obiettivo di arrivare alle Final Six. Le aspettative della vigilia penso che le abbiamo mantenute. Adesso in classifica siamo messi molto bene. Ma noi ogni gara cerchiamo di dare il massimo al di là dell’avversaria e della classifica. Per ora possiamo ritenerci soddisfatti del percorso. Anche le due partite che abbiamo perso lo abbiamo fatto stando sempre molto attaccate all’avversario, anche se questo erano gli Stati Uniti e la Cina, prima e seconda al Mondiale. Siamo una squadra nuova, ma abbiamo espresso un buon gioco. Abbiamo vinto con il Giappone in casa sua, anche se si tratta di una squadra sempre difficile da affrontare. Una squadra che difende tanto e che per batterla devi avere molta pazienza. Il nostro gioco si sta evolvendo e sviluppando partita dopo partita“.