Domenica 4 Dicembre

Volley, Final Six: esordio amaro per le ragazze di Bonitta

AFLO

Le ragazze di Bonitta non sono riuscite a reagire alla superiorità e fermezza delle russe campionesse europee in carica

Inizia con una sconfitta la Final Six del World Grand Prix dell’Italia, superata 3-0 (26-24, 28-26, 25-19) dalla Russia. Le azzurre hanno pagato a caro prezzo le chances sprecate nei primi due parziali, quando per diverse volte hanno avuto la possibilità di chiudere i set. Nel terzo invece le campionesse d’Europa hanno imposto il proprio ritmo, con l’Italia che non ce l’ha fatta a rientrare. Una delle chiavi del match, come sottolineato dal ct azzurro, è stato il servizio poco efficace della nazionale tricolore che ha permesso alle russe di sviluppare il proprio gioco, mettendo in risalto Goncharova: top scorer a quota 28 punti.
Tra le azzurre la migliore marcatrice è stata Valentina Diouf con 17 punti, seguita dalla coppia Cristina Chirichella e Indre Sorokaite entrambe autrici di 10 p. Oggi nella seconda sfida l’Italia (alle ore 03.05 italiane) se la vedrà contro le campionesse mondiali statunitensi.
Nelle altre due gare della prima giornata: Brasile – Cina 3-1 (23-25, 25-20, 25-16, 25-14) e Stati Uniti – Giappone 3-0 (25-12, 25-15, 25-18).
Stasera usciamo dal campo con l’amaro in bocca, perché come a Catania abbiamo sprecato delle buone occasioni soprattutto nel primo e nel secondo set. La mancanza di esperienza ci porta nei momenti decisivi a commettere ancora degli errori di troppo, a questo livello non te lo puoi permettere. Una delle chiavi della gara è che non siamo riusciti a incidere in battuta e quindi la Russia ha potuto sviluppare il proprio gioco. Ho schierato i due opposti perché volevo avere qualcosa di più a muro, anche se sapevamo di concedere qualcosa in ricezione” ha dichiarato il ct Marco Boonitta.
Ci dispiace molto perché potevamo fare qualcosa meglio e magari i primi due set sarebbero stati nostri. La Russia è una squadra molto forte e lo sapevamo, adesso bisogna prendere le cose positive da questa partita e pensare alle prossime che saranno altrettanto dure. Domani affronteremo le campionesse mondiali statunitensi, ma entreremo in campo senza paura, pronte a dare il massimo” ha invece dichiarato a fine match Cristina Chirichella.