Mercoledi 7 Dicembre

Verso Kazan 2015: le cinque stelle azzurre che potrebbero far sognare gli italiani ai Mondiali di nuoto

LaPresse/Gian Mattia D'Alberto

A Kazan cinque stelle azzurre proveranno a regalare emozioni uniche durante i Mondiali di nuoto, pallanuoto, nuoto sincronizzato e tuffi

Tania Cagnotto, Filippo Magnini, Marco Orsi, Gregorio Paltrinieri, Federica Pellegrini. Ecco, in ordine alfabetico, chi sono le cinque stelle azzurre per i prossimi Mondiali di nuoto, nuoto sincronizzato, pallanuoto e tuffi in programma a Kazan in Russia dal 25 luglio al 9 agosto prossimi.

tania cagnottoTania Cagnotto – Figlia d’arte, la bolzanina classe 1985 è senza dubbio la più grande tuffatrice d’Italia di tutti i tempi. E’ stata la prima donna ad avere conquistato una medaglia mondiale ed in carriera, fra gare singole e di coppia con Francesca Dallapé, è già salita per sette volte sul podio iridato (3 argenti e 4 bronzi). A livello europeo invece ha vinto ben 17 medaglie d’oro. A Kazan punta a riconfermarsi in vista dei Giochi di Rio, dove, prima di chiudere la carriera, andrà a caccia di quella medaglia olimpica che ancora le manca, dopo i due beffardi quarti posti di Londra 2012.

LaPresse/Fabio Ferrari

LaPresse/Fabio Ferrari

Filippo Magnini  – Pesarese, classe 1982, Magnini è il capitano e il veterano della nazionale italiana di nuoto. Due volte consecutive campione del mondo dei 100 stile libero, la gara regina, a Montreal nel 2005 e a Melbourne nel 2007, ora è una delle pedine fondamentali della staffetta 4×100 stile libero che si presenta al Mondiale di Kazan con velleità di medaglia. In carriera vanta anche un bronzo olimpico con la staffetta 4×200 stile libero ai Giochi di Atene 2004. E’ fidanzato con la stella del nuoto azzurro Federica Pellegrini.

LaPresse/Gian Mattia D'Alberto

LaPresse/Gian Mattia D’Alberto

Marco Orsi – Bolognese di Budrio, classe 1990, è il volto nuovo della velocità italiana nei 50-100 stile libero. La sua caratteristica principale è la grande potenza che è in grado di esprimere in acqua. Dominatore delle due specialità a livello nazionale, nelle ultime stagioni è stato medaglia d’argento ai Mondiali in vasca corta di Doha in Qatar nei 50 stile libero ed ora cerca la definitiva consacrazione.

LaPresse/Gian Mattia D'Alberto

LaPresse/Gian Mattia D’Alberto

Gregorio Paltrinieri  – Nato a Carpi nel 1994 è il futuro del nuoto italiano. Primatista europeo dei 1500 stile libero sia in vasca lunga che in vasca corta, in carriera ha già conquistato tre medaglie d’oro a livello continentale e una mondiale in vasca corta a Doha nel 2014. All’ultima manifestazione iridata su distanza olimpica, a Barcellona, nel 2013, ha conquistato la medaglia di bronzo, mentre ai Giochi di Londra 2012, non ancora 18enne, terminò quinto. Si presenta al Mondiale con il miglior tempo dell’anno sui 1500 stile libero.

LaPresse/Gian Mattia D'Alberto

LaPresse/Gian Mattia D’Alberto

Federica Pellegrini – Veneta, nata a Mirano nel 1988, è stata campionessa olimpica nei 200 stile libero a Pechino 2008 ed argento ad Atene 2004, appena 15enne. Primatista mondiale dei 200 metri stile libero (1’52″98) al mondiale di Roma 2009, a livello di manifestazioni iridate vanta ben quattro medaglie d’oro. E’ l’unica donna di sempre ad essersi riconfermata campionessa del mondo nei 200 e 400 stile libero in due edizioni consecutive dei Mondiali (Roma 2009 e Shanghai 2011). Agli ultimi Giochi Olimpici di Londra 2012, deluse le attese chiudendo con due quinti posti, ma al Mondiale di Barcellona 2013 tornò prepotentemente in auge conquistando la medaglia d’argento nei 200 stile libero, la gara su cui punta tutto anche a Kazan. E’ fidanzata con il collega e capitano della nazionale azzurra Filippo Magnini.