Sabato 10 Dicembre

Verifiche di mezza estate (2): i “cantieri aperti” di Roma, Lazio, Fiorentina e Torino

Foto LaPresse - Daniele Montigiani 16-07-2015 Bormio (Italy) sport Calcio Ritiro Estivo Torino FC Allenamento del Mattino Nella foto: Maxi Lopez Photo LaPresse - Daniele Montigiani 16-07-2015 Bormio (Italy) sport Calcio Pre season training Camp Torino FC Morning training session In the photo: Maxi Lopez

Torna l’appuntamento che mette sotto esame altre 4 squadre di Serie A: Roma, Lazio, Fiorentina e Torino sotto esame

Proseguono le nostre visite ai cantieri di mezza estate, per cercare di capire a che punto sono i progetti delle squadre di calcio di serie A che nella prossima stagione saranno in lizza per “un posto al sole”. Ieri abbiamo parlato di Juventus, Milan, Inter e Napoli. Oggi la nostra indagine emozionale per determinare lo Stato di Avanzamento dei Lavori riguarda altre 4 squadre. Iniziamo con la Roma: il sergente Garcia è rimasto a sedere sulla panca più calda dell’estate. Quindi pregi e difetti dell’undici giallorosso, secondo in classifica un anno fa, sono già conosciuti. Bisognerà vedere se Zorro-Salah farà la differenza. E in che modo. Sull’altra sponda del Tevere, ecco casa Lazio: qui non si sa bene cosa stia succedendo. L’aquila che è arrivata terza l’anno scorso non fa altro che perdere. La fiducia in Pioli è l’unica fonte di speranza laziale, al momento. E tra poco c’è la Juve in Supercoppa. Meglio sbrigarsi. Dall’azzurro al viola, quello della Fiorentina: quando tutto sembrava funzionare e quando finalmente sembrava che Firenze si potesse sistemare definitivamente fra le grandi, ecco che salta tutto. Via Montella, arriva Paulo Sosa, allenatore che ha chiesto dei nomi che non sono arrivati. E la pazienza ha un limite. Pericoloso. Chiudiamo il giro di valzer dei cantieri di mezza estate con il Torino: in casa granata più che i nomi dei giocatori valgono, come garanzia, i nomi della proprietà e dell’allenatore, Cairo e Ventura. La coppia ha già dimostrato che per un Cerci e un Immobile che se ne vanno, altri campioni si creeranno. Così, se manca Darmian, niente panico. Cairo e Ventura sapranno come portare in alto il Toro.