Lunedi 5 Dicembre

Tour de France: scopriamo le 4 durissime tappe alpine che decideranno la corsa

Tutte le caratteristiche e le peculiarità delle ultime frazioni sulle Alpi che i ciclisti dovranno affrontare fino alla passerella di Parigi che assegnerà la vittoria e la gloria al vincitore del Tour de France 2015

Il Tour de France 2015 si appresta alla sua conclusione con la terza ed ultima settimana di tappe. Dopo le difficoltà affrontate sui Pirenei nella scorsa i settimana i ciclisti avranno poco tempo per riposare. Domani il secondo giorno di stop per la Grande Boucle e poi domenica la passerella di Parigi. Prima dell’ultima suggestiva tappa ecco però porsi tra Chris Froome (favorito alla vittoria) e il trionfo sugli Champs Elysees 4 dure tappe di montagna. Al confine con l’Italia del Giro rosa disputato poco più di 2 mesi fa, i corridori impegnati in questo finale di gara dovranno vedersela con le dure salite dell Alpi.

La diciassettesima tappa di mercoledì che da Digne-les-Bains porterà a Pra Loup  affronterà un percorso tortuoso con arrivo in salita e con ben 5 Gpm da affrontare. I primi 2 di terza categoria sono le Col des Leques e le Col de Toutes Aures, poi le Col de la Colle-Saint-Michel di seconda categoria, seguito dal più difficoltoso Col d’Allos (prima categoria) che raggiunge un’altura di 2.250 metri ed infine l’arrivo a la Pra Loup  su un Gpm di seconda categoria.

17_mediagallery-page

La 18^ tappa invece affronterà una frazione che da Gap  arriverà a Saint-Jean-de-Maurienne percorrendo 186 chilometri. Un percorso a dir poco frastagliato che affronterà le Alte Alpi della Provenza francese a soli 100 km dal confine italiano. La frazione si presenta ricca di Gpm di seconda e terza categoria, fino al punto più alto che sarà toccato dai ciclisti a quota 1924 metri sul Col du Glandon. L’arrivo al contrario dopo una discesa sarà su un tratto pianeggiante di 552 metri.

18_mediagallery-page

La diciannovesima tappa del Tour de France 2015 è quella che da Saint-Jean-de-Maurienne  arriva a La Toussuire – Les Sybelles. Una frazione dura fin dall’inizio per Chris Froome e compagni che si cimenteranno subito dopo la partenza su Col du Chaussy, Gpm di prima categoria. Dopo un tratto pianeggiante però i corridori dovranno raccogliere tutte le loro forze per arrivare su Col de la Croix de Fer, categorizzato tra i Gpm con maggiore difficoltà (Hors Catégorie). Le difficoltà però non finiscono qui: Le Col du Mollard e Le Corbier rappresentano poi le ultime due salite che i ciclisti dovranno scalare per raggiungere il traguardo.

19_mediagallery-page

L’ultima tappa prima di Parigi che poi segnerà l’ultimo ostacolo per il vincitore del Tour de France 2015 è la ventesima tappa. Questa vedrà i ciclisti impegnati in un percorso da Modane Valfréjus all’Alpe d’Huez per una frazione più breve delle altre (110 km). Le difficoltà però non mancheranno con un HC a metà del percorso (Col de la Croix de Fer) e un arrivo in salita sull’Alpe d’Huez che metteranno alla prova le gambe dei ciclisti che all’ultimo sforzo si sfideranno per contendersi la vittoria del Tour de France 2015.

tappa-20