Venerdi 9 Dicembre

Tennis, John McEnroe su Nadal: “deve assumere un nuovo maledetto allenatore”

LaPresse

Per John McEnroe la colpa dei continui insuccessi di Rafael Nadal è di suo zio Toni, allenatore del campione spagnolo

Non è un ottimo periodo per il tennista spagnolo, attuale numero 10 del ranking mondiale Rafael Nadal. Il 2015 non è un anno fortunato per il campione maiorchino che è riuscito ad aggiudicarsi solo il torneo di Buenos Aires e la Mercedes Cup di Stoccarda, perdendo a Madrid in finale contro Andy Murray, a Parigi ai quarti contro Novak Djokovic,  a Roma ai quarti contro Wawrinka, agli Australian Open sempre ai contro Tomas Berdych e, adesso, a Wimbledon contro Dustin Brown. Molti cercano spiegazioni, non capiscono quale sia il motivo di questa carrellata di insuccessi, c’è chi invece ha le idee ben chiare, come nel caso di John McEnroe. L’ex tennista, numero 1 del mondo per quattro anni di seguito dal 1981 al 1984, è sicuro che la colpa è dello zio di Rafa Nadal: “Rafael Nadal è uno dei più grandi campioni di questo sport’, ha commentato alla BBC – “Gioca facendo molto sforzo e spendendo molta energia, però, oserei dire, non è forse il tempo di assumere una persona nuova nel team di Nadal? Possiamo dire questo? Lo zio Toni si arrabbierà sicuramente“.
“So che nel suo team ci sono anche altre persone, – ha continuato –  Carlos Costa, Francis Roig, però ha tentato qualcuno di persuadere gentilmente lo zio Toni? Ha fatto un grandissimo lavoro fin da quando Rafa era un bambino, trasformandolo da destrorso a mancino, ma chiaramente in questa fase della carriera sarebbe positivo poter disporre di nuove ideeNon è riuscito a resistere alle provocazioni di Tim Henman McEnroe, che ha infine dichiarato: “Sto dicendo: deve assumere un nuovo maledetto allenatore!“.