Sabato 3 Dicembre

Rugby – Manu Samoa vs All Blacks: un incontro dal sapore storico, la magia di un abbraccio a lungo atteso

L’accoglienza riservata durante la partita di mercoledì agli All Blacks dal popolo di Samoa è stata magica

La partita che si è tenuta mercoledì 8 luglio ad Apia tra Samoa e All Blacks ha un significato storico, Manu Samoa e All Blacks si erano incontrati 5 volte nel corso della loro storia e tutte le volte sul suolo neozelandese.

L’esito dei match è sempre stato a favore dei padroni di casa, il culmine con l’eclatante debacle samoana per 101-14 di New Plymouth nel 2008. In quei 5 incontri gli All Blacks hanno segnato una media di quasi 62 punti a partita incassandone poco più di 11 per uno scarto medio di oltre 50.

Insomma non c’è mai stata storia tra due nazionali che hanno una storia che si è intrecciata spesso se si pensa a quanti sono i giocatori che hanno giocato per l’una e poi sono andati a giocare nell’altra squadra. Uno dei primi in assoluto il principe di Niue Franck Bunce che ha disputato la RWC 1991 con Samoa e quella del 1995 con gli All Blacks.

Parliamo di un match storico perché per lunghi anni Samoa ha atteso la visita dei cugini che abitano il paese della lunga nuvola bianca, ha atteso quest’incontro come fosse il ritorno a casa del figliol prodigo, di tanti figli che sono emigrati per andare a cercar fortuna in Nuova Zelanda.

Così è stato perché l’accoglienza tributata dal popolo samoano agli All Blacks è stata incredibile, una folla grandissima è accorsa all’aeroporto di Apia per vederli arrivare a “casa” e li ha accolti con canti e balli folkloristici, con quelle danze di “guerra” che si vedono sui campi da rugby prima dell’inizio match e che invece sono un tributo all’onore dell’avversario o dell’ospite.

E’ stata indetta mezza giornata di festa nazionale per celebrare la festa più grande, quel bellissimo incontro di rugby che ha visto imporsi per 25-16 i tuttineri che sono partiti fortissimo, sfruttando l’emozione dei giocatori di Manu Samoa, ma hanno subito il ritorno di una squadra e un’intera nazione che ha giocato con emozione, orgoglio e onore sino alla fine mettendo a dura prova i maestri, i migliori al mondo, i Campioni del Mondo!

Il momento più emozionante del match è stato quello della Haka, intensa, vibrante e carica di rispetto per gli avversari e il suolo che gli All Blacks stavano calcando, ancora più emozionanti i minuti successivi nei quali Manu Samoa ha risposto con la Siva Tau, la sua danza di “benvenuto”.

Il tributo più grande è forse arrivato da Richie McCaw che ha dichiarato “I just take my hats off to you..”…mi tolgo il cappello, parlando del modo nel quale hanno giocato i suoi avversari.

La magia di un abbraccio a lungo atteso ha forse rivelato una nuova grande stella nel firmamento del rugby mondiale. Manu Samoa!!

I risultati precedenti:

2008: All Blacks-Samoa 101-14, New Plymouth
2001: All Blacks-Samoa 50-6, Albany
1999: All Blacks-Samoa 71-13, Albany
1996: All Blacks-Samoa 51-10, Napier
1993: All Blacks-Samoa 35-13, Auckland

Marco Colautto – Rugbymeet