Venerdi 9 Dicembre

Roma 2024, il realismo di Montezemolo: “la candidatura più forte è quella di Parigi”

LaPresse/Fabio Cimaglia

Nonostante il prestigio di Roma secondo Luca Cordero di Montezemolo la favorita per le Olimpiadi del 2024 è Parigi

Sono realista. Oggi la candidatura più forte è quella di Parigi. Però noi abbiamo tutto per potere fare bene. Abbiamo impianti già esistenti di primissimo ordine. Abbiamo il ricordo, l’esempio dei Giochi del ’60“. Luca Cordero di Montezemolo, presidente del Comitato promotore di Roma2024, guarda avanti con ottimismo.

Intervistato dal “Corriere dello Sport”, l’ex numero uno della Ferrari sottolinea che “lo stadio Olimpico potrebbe ospitare le Olimpiadi stasera. Stesso discorso per lo stadio del nuoto e per quello del tennis. Abbiamo poi solo l’imbarazzo della scelta quanto a campi di regata. Non abbiamo problemi neanche in tema di campi da calcio o palasport di basket, basti pensare a Milano e Bologna“.

Per vincere, però, serve “un grande spirito di squadra fra le istituzioni. Il presidente Mattarella e’ stato decisivo in questo senso: nell’incontro con Bach di un mese fa ha dato l’impegno personale e del Paese. C’e’ bisogno del supporto totale del governo perchè è l’Olimpiade dell’Italia, non solo di Roma. Poi serve il supporto del Comune, della Regione e del Coni. Ciascuno per la propria parte”.

E dopo quanto accaduto con Mafia Capitale, Montezemolo avverte: “le lezioni del passato devono servire. Tutto va fatto con la massima trasparenza. Ma un Paese che dice no a opportunità di questo genere, è un Paese morto. Roma è una città ferma, con molti problemi. Una sfida di questo genere le ridarebbe uno slancio importante verso il futuro“. Giovedì, intanto, entrerà nella Hall of Fame dell’automobilismo mondiale.