Martedi 6 Dicembre

Roger Federer e l’ottavo titolo da conquistare a Wimbledon: “il mio punto debole? Sono vecchio”

LaPresse/Xinhua

La vecchiaia il punto debole di Federer?! Per lui a Wimbeldon lo è

Roger Federer è un mito a Wimbledon. I suoi 7 titoli vinti sull’erba del torneo inglese ne sono la dimostrazione. Ora alla conquista del suo ottavo trofeo dichiara sul match d’esordio che lo ha visto confrontarsi con Damir Dzumhur e sbarazzarsi di lui in maniera immediata e senza pietà, come riporta tio.ch: “tornando indietro forse non sarei stato così spietato ma ora sta cercando di concentrarmi su ciò che devo fare. Il risultato è quello che è. Io non credo che conti davvero, alla fine della giornata, il risultato che hai fatto. Quel che conta per me è di giocare il torneo e guardare la palla che sta arrivando dal mio avversario”.

Cambia mentre il torneo va avanti. E’ più facile muoversi una volta entrati, direi, nel terzo turno. – aggiunge Federer – Poi soprattutto la seconda settimana, nella parte posteriore, si ha più grip, mentre all’inizio del torneo è più morbida, è più scivoloso dove ci sono le macchie”. “È emozionante e un privilegio giocarci – ha raccontato poi Federer parlando del campo centrale di Wimbeldon – Stavo cercando di pensare a quante volte ho giocato lì. Non lo so, spesso. Eppure, ogni volta è un’occasione speciale”. Infine il giornalista chiede a Federer quale sia il suo punto debole in questo torneo e lui ribatte scherzoso: “mmm, a Wimbledon? intendi ora? Sono vecchio!”.