Mercoledi 7 Dicembre

“Non esistono più i sex symbol (calcistici) di una volta”: i nuovi volti (sportivi) che fanno gola alle italiane

Calciatori come Maldini, Cannavaro, Vieri e Toni sono ormai lontani dagli immaginari delle italiane, che in assenza di sex symbol nel calcio cercano altrove i loro “platonici amori”

Addio ai calciatori, ormai lontani dall’essere i sex symbol che una volta dominavano l’immaginario collettivo degli italiani. Un tempo idoli come Maldini, Vieri, Cannavaro o Luca Toni conquistavano il cuore delle giovani italiane per le loro prodezze sul campo ma anche per la loro prestanza fisica. Ora, però, i calciatori vengono giudicati molli, viziati, onnipresenti ma sostanzialmente non vincenti: sarà per le difficoltà della Nazionale o delle nostre squadre in Europa, con team di grande tradizione come Milan e Inter relegati in posizioni non abituali e fuori dai giri che contano veramente; sarà per la sempre meno popolarità del nostro calcio in generale, ormai lo status symbol dei calciatori si è inflazionato.

Adesso a prevalere è il modello sì sportivo, ma non professionista, i personaggi che dello sport hanno fatto una filosofia di vita, non necessariamente un business e la loro unica attività. Ecco allora i dieci uomini che piacciono di più e che hanno scalzato gli sportivi in generale, in particolare appunto i calciatori, dalle posizioni di vertice nella speciale classifica dei più amati dalle donne italiane stilata da un sondaggio promosso dal sito del settimanale Di Tutto (questa è una anticipazione): “si tratta di rappresentanti di diversi settori del business italiano, dal cinema al management, alla tv, fino alla moda, tutti con uno spiccato lato ‘avventuriero’ che li rende irresistibili all’esigente occhio femminile“.

Foto Piero Cruciatti / LaPresse 30-06-2015 Milano, Italia Cronaca Road Bike Freestyle con Vittorio Brumotti a Expo Milano 2015 Nella Foto: Vittorio Brumotti Photo Piero Cruciatti / LaPresse 30-06-2015 Milan, Italy News Road Bike Freestyle with Vittorio Brumotti at Expo Milano 2015 In the Photo: Vittorio Brumotti

Foto Piero Cruciatti / LaPresse
30-06-2015 Milano, Italia
Cronaca
Road Bike Freestyle con Vittorio Brumotti a Expo Milano 2015
Nella Foto: Vittorio Brumotti
Photo Piero Cruciatti / LaPresse
30-06-2015 Milan, Italy
News
Road Bike Freestyle with Vittorio Brumotti at Expo Milano 2015
In the Photo: Vittorio Brumotti

Al primo posto di questa speciale classifica, con il 18% delle preferenze, ci sono due noti personaggi che incarnano benissimo lo spirito dei “wild boys” sempre più amati: Vittorio Brumotti e Lapo Elkann. L’intrepido e spericolato inviato di Striscia la Notizia e conduttore di Paperissima Sprint è un campione di “Bike Trial”, detentore di ben 10 record mondiali riconosciuti dal Guinness dei Primati, piace alle donne del sondaggio soprattutto per “la sua simpatia, il suo fisico statuario e quell’aria da moschettiere”.

Diverso il discorso per l’erede di casa Agnelli: il vulcanico Lapo, recentemente celebrato dal prestigioso mensile americano Forbes come “imprenditore modello” e iper fotografato a bordo della sua “Lap 1” di casa Baglietto, conquista la vetta per le sue qualità fisiche ineccepibili, ottenute grazie a sedute di fitness e corsa, ma soprattutto “all’eleganza sobria del suo portamento e all’estrosità” che lo rendono uno degli uomini più affascinanti del mondo.

LaPresse

LaPresse

A tallonarli, a sorpresa, troviamo un nome noto alle cronache gossip e giudiziarie: Fabrizio Corona (15%), che non ha certo bisogno di presentazioni. Le sue vicende lo hanno reso un personaggio molto noto, ma è soprattutto la sua passione per lo sport a renderlo ammiratissimo dal gentil sesso. L’ex re dei paparazzi ha trascorso tantissimi anni ad addestrarsi in palestra, praticando anche sport duri come il pugilato, che hanno modellato e forgiato il suo fisico: “il suo fascino e’ la perfetta sintesi del bello e dannato“, desiderato dalle più belle donne in circolazione.

Gradino più basso del podio dal podio, un manager tra i più invidiati e ammirati in assoluto, Piersilvio Berlusconi (12.5%). Oltre naturalmente alla grande eredità di famiglia, il secondogenito di papà Silvio deve gran parte del suo fascino anche a un fisico sempre tonico e in forma, mantenuto tale grazie a tante ore di palestra, corsa e anche arti marziali. “Il rampollo imprenditore che si tiene in forma è sempre un bel vedere“, questo emerge dal sondaggio di “Donne e qualità della vita”.

Medaglia di legno per un asso del nostro cinema da sempre considerato il “bello” per eccellenza: Raoul Bova (10.5%). L’attore romano, ex campione italiano di nuoto, è acclamato per “quello sguardo da bel tenebroso accompagnato da una presenza fisica statuaria e irresistibile”.

LaPresse

LaPresse

Dietro di lui, troviamo un altro erede di una storica famiglia italiana, Matteo Marzotto (9%). Da sempre appassionatissimo di velocità e volo, avendo partecipato anche a ben 5 Parigi Dakar e al massacrante “Crocodile Trophy” in Australia, la più impegnativa manifestazione di mountain bike del mondo, il bravo manager e imprenditore veneto si fa piacere per quel “mix di grande professionalità e sex appeal” che rassicura una donna.

Alle sue spalle un altro attore, Alessandro Gassman, con il 6,5% dei voti. Il bello e bravo interprete ha giocato a basket per diversi anni anche a livello professionistico, militando nella Serie B italiana, mentre ora continua a tenersi in forma con palestra e tanto tennis, per la gioia delle sue fan che l’adorano per la sua innata capacità di “saper legare armoniosamente bravura e bellezza“.

A sorpresa, ecco poi uno dei manager italiani più giovani e più sportivi in assoluto: Daniele Barbone (5%), fondatore e boss di BPSec, azienda leader nel settore delle consulenze e dei servizi formativi. Lui è un “runner” a tutti gli effetti, grazie alle sue partecipazioni a corse famose come la Maratona di New York e la leggendaria “100 km del Sahara”. Inoltre ha trasportato questa passione in un libro, “Runner si diventa – Dall’ufficio al deserto”, in cui spiega come volontà, motivazione, resistenza e capacità di porsi obiettivi realistici ma sempre più ambiziosi siano alla base per provare soddisfazione in se stessi, anche a livello professionale. E’ la dimostrazione che l’aria da “intellettuale atletico e sportivo” piace sempre al pubblico femminile.

Foto Cosima Scavolini/Lapresse14-02-2011 RomaSpettacoloIncontro con Kim Rossi Stuart alla Casa del CinemaNella foto Kim Rossi StuartPhoto Cosima Scavolini/Lapresse14-02-2011 RomeEntertainmentMeeting with Kim Rossi Stuart at Casa del CinemaIn the photo Kim Rossi Stuart

Foto Cosima Scavolini/Lapresse14-02-2011 RomaSpettacoloIncontro con Kim Rossi Stuart alla Casa del CinemaNella foto Kim Rossi StuartPhoto Cosima Scavolini/Lapresse14-02-2011 RomeEntertainmentMeeting with Kim Rossi Stuart at Casa del CinemaIn the photo Kim Rossi Stuart

Al penultimo posto un altro sex symbol del cinema italiano, Kim Rossi Stuart (3%). L’attore romano, da sempre uno dei sogni proibiti delle italiane, soprattutto per il suo fisico statuario, tuttavia confessa che non ha mai praticato particolari specialità, anche se per anni ha giocato a calcio e, ormai da diverso tempo, si dedica a quella che è la sua passione più grande, affascinante e rischiosa allo stesso tempo, la pesca subacquea.

E chiudiamo con un vero e proprio “evergreen”, il dj più famoso d’Italia, Linus (2%). I suoi occhi azzurri-ghiaccio sono sempre un magnete per tutte le sue fan, ma è la sua straordinaria forma fisica a fare davvero la differenza. Anche lui è un “runner” instancabile, onnipresente in tutte le maratone più importanti e organizzatore allo stesso tempo di eventi legati al mondo delle corse, una passione che Pasquale di Molfetta, come risulta all’anagrafe, non abbandonerà mai.