Domenica 4 Dicembre

Mondiali di Kazan: Setterosa in acqua, domani l’esordio contro il Giappone

LaPresse/Gian Mattia D'Alberto

Il ct Fabio Conti parla delle ragazze del Setterosa, il programma, i buoni propositi e gli obiettivi

Debutta il Setterosa. Domani, domenica 26 luglio alle 20.10, c’è il Giappone per l’esordio ai mondiali di Kazan delle azzurre allenate da ct Fabio Conti che presenta il suo terzo mondiale da coach, determinato e convinto della forza del gruppo.

Ci siamo imposti di pensare partita dopo partita senza fare calcoli – afferma il tecnico romano – Il Giappone vale gli Stati Uniti. Mentalmente non voglio distrazioni e cali di concentrazione“. Il Setterosa è nel girone C con le campionesse olimpiche degli Stati Uniti, il Brasile ed il Giappone; la Spagna vice campionessa olimpica e campionessa mondiale ed europea giocherà con Canada, Kazakistan e Nuova Zelanda (girone A), l’Australia bronzo olimpico e vice campionessa mondiale e’ con l’Olanda vice campionessa europea, la Grecia e il Sud Africa (girone C), l’Ungheria bronzo mondiale ed europeo affronterà Cina, Russia e Francia (girone D). “Esordiremo col Giappone, una di quelle squadre che non si scopre a livello internazionale, ma e’ da prendere con le molle perche’ hanno un gioco veloce che ci può mettere in difficoltà. L’approccio che dovremmo avere sara’ come se stessimo affrontando i campioni olimpici degli Stati Uniti – ripete il coach campione d’europa ad Eindhoven 2012 – Per noi il Mondiale rappresenta l’ultimo grande appuntamento internazionale prima delle qualificazioni per Rio de Janeiro che dovremmo giocarci l’anno prossimo. Questo vuol dire che dovremmo dare continuita’ al nostro gioco sostenuti dal lavoro dell’ultimo biennio”.

“Abbiamo una grande voglia di riscatto – prosegue – soprattutto dopo l’epilogo degli europei dello scorso anno a Budapest, che hanno fatto mostrato un bel segnale di crescita. Purtroppo mancherà Cotti che per noi è fondamentale per quantità, qualità ed esperienza. Ci è dispiaciuto molto per l’infortunio, so che sta già lavorando all”Acqua Acetosa per rientrare a gennaio; comunque ho molte giocatrici valide che sapranno sopperire alla sua mancanza e abbiamo verificato altre soluzioni. Il campionato ci consente di pescare su un movimento allargato che produce buone individualità. Comunque, a parte gli Stati Uniti, che dovranno dimostrare la loro forza e che mi sarebbe piaciuto incontrare sia alla China Cup che alla World league, il livello e’ abbastanza equilibrato – conclude Conti – con molte squadre che posso giocarsela fino in fondo”.