Venerdi 9 Dicembre

Mondiali di Kazan: il Setterosa schianta il Giappone, esordio al top per le azzurre

LaPresse/Gian Mattia D'Alberto

Il primo match delle azzurre del Setterosa si conclude nel migliore dei modi: battuto il Giappone 15-3

L‘Italia di pallanuoto femminile batte il Giappone 15-3 all’esordio nel Girone C ai Mondiali di Kazan. Tre reti della Garibotti e della Tabani, all’esordio iridato. Gli Stati Uniti campioni olimpici, prossimi avversari del Setterosa il 28 luglio alle 12.10 (-1 ora in Italia), hanno sconfitto il Brasile 13-2.

Dedichiamo questa vittoria alla Moriconi portiere del Setterosa recentemente scomparsa – dichiara a caldo il ct Conti – Inoltre il nostro pensiero è sempre alla Cotti che purtroppo non è potuta stare qui per infortunio. Penso che il Giappone sia la migliore squadra della seconda fascia.Hanno nuotato per quattro tempi e hanno messo le mani addosso per tutta la partita. Detto ciò le ragazze sono state brave a scrollarsele subito da dosso e metter in acqua il nostro gioco. Mi è piaciuto lo spirito e l’intensità della squadra. Come ho detto in precedenza non voglio fare calcoli e vivere partita dopo partita; ora ci sono gli Stati Uniti contro cui ci giocheremo il primato del girone“.

LaPresse/Gian Mattia D'Alberto

LaPresse/Gian Mattia D’Alberto

Felice per la doppietta all’esordio Laura Barzon: “è stato molto emozionante, ma le ragazze mi hanno aiutata e mi sostenuta dicendomi che dovevo divertirmi – racconta la campionessa d’Italia patavina. – Ho avuto un bell’anno e questo mondiale corona il mio sogno sportivo. Ora gli Stati Uniti che saranno già un test per dimostrare il nostro valore. Noi metteremo in acqua tutta la nostra grinta e il nostro gioco sperando di vincere“.

Inizia bene il Setterosa che rompe gli indugi subito nelle prime due azioni e va in rete in superiorità numerica prima con Garibotti dalla destra e poi con Emmolo dal suo lato. Il Giappone si fa pericoloso in controfuga e poi dal centro ma le nostre sono brave a sventare le occasioni. Bianconi si fa parare il rigore dalla Miura ma poi trova dal centro il 3-0 per le nostre. Aiello entra al centro e va subito in gol ben servita dalla Barzon, che poi è brava a concludere in rete la terza superiorità numerica e il quinto gol delle azzurre che chiude il parziale e bagna il debutto della iridato della campionessa italiana.

Il secondo si apre con la prima doppietta di questo Mondiale: Garibotti mantiene al 100% la media in superiorità e fa 6-0. Poi un piccolo passaggio a vuoto e la Kazama finalizza una controfuga concessa e iscrive il Giappone al tabellino. Ma stasera in extraplayers l’Italia non sbaglia un colpo e la Tabani, al suo esordio iridato, riporta sul +6 le nostre. E’ ancora la Barzon a firmare il massimo vantaggio nell’ultimo minuto servita dall’Aiello che ricambia l’assist. Il terzo tempo e’ quello con piu’ errori offensivi, ma la Di Mario, la giocatrice piu’ anziana del torneo, va in gol scaricando dai 5 metri. Poi passaggio a vuoto della difesa e il Giappone punisce le italiane con Mori (bella colomba) e Sanoue (dal centro) per il 9-3 azzurro. Queirolo chiude il parziale in pareggio e riporta il Settebello sul +7 da sotto porta. Nel quarto tempo l’Italia dilaga a segno Garibotti, Bianconi, Queirolo su rigore e doppietta di Tabani per il 15-3 conclusivo.