Sabato 3 Dicembre

Il Real Madrid schianta l’Inter: zero gol segnati e tre sconfitte per i nerazzurri all’International Champions Cup

LaPresse/Reuters

Un’amara partenza di stagione per l’Inter che all’l‘International Champions Cup perde tutte e 3 le partite e non segnaneanche un gol. Le dichiarazioni dei protagonisti

L’Inter saluta così con una sconfitta l‘International Champions Cup e archivia con sensazioni non incoraggianti la tournée cinese. Nel corso del match l’Inter non si è mai resa pericolosa con Icardi molto appannato. Nel primo tempo i nerazzurri sembrano essere in palla ma dopo alcune accelerazioni merengue al 29′ Jesé punisce l’Inter dopo un errore di Murillo. Convince il Real davanti con Ronaldo e Bale molto mobili mentre conquista la sufficienza Kovacic attento in contenimento. Nel secondo tempo girandola di sostituzioni (entrano tra gli altri Gnoukouri e Guarin) ma il Real a metà ripresa raddoppia con il francese Varane. A un minuto dal termine perla su calcio di fermo di James Rodriguez.

LaPresse/Reuters

LaPresse/Reuters

Il Real è molto forte. In questa fase gli errori capitano: gli esiti dei match contano poco a luglio ma l’Inter deve sempre giocare per vincere. Al di là dei risultati negativi, abbiamo visto anche buone cose. Questo periodo ci deve servire solo a lavorare. Adesso andiamo a Brunico, dove faremo tanti doppi allenamenti: serviranno per crescere ancora a livello di condizione“.

Queste le dichiarazioni del capitano dei nerazzurri, Andrea Ranocchia, ai microfoni di Inter Channel, nel post partita di Inter-Real Madrid. A seguire hanno parlato anche i brasiliani Hernanes e Juan Jesus. “Nel primo tempo abbiamo giocato molto bene e abbiamo creato occasioni che potevamo sfruttare meglio. Poi loro hanno fatto il primo gol e hanno iniziato a dominare. Nella ripresa, invece, loro hanno avuto una certa superiorità nel gioco“, ha detto il Profeta.

Tre partite in sei giorni? Sapevamo che il nostro obiettivo qui non era vincere le partite: vincere sarebbe stato meglio ma abbiamo lavorato molto e giocato di più, quindi siamo un po’ stanchi. Sappiamo che il Real è una delle squadre più forti al mondo. Zero gol fatti? Non credo che sia una questione di fare gol o meno: sicuramente vogliamo segnare e vincere le partite; però voglio sottolineare che ci siamo concentrati sulla parte fisica. Jovetic? E’ un grande giocatore, ha fatto bene in Italia“, ha aggiunto Hernanes.

Nel campionato italiano non ci sono squadre al livello di Real Madrid e Bayern Monaco. Dobbiamo essere più attenti e sapere che ce la possiamo giocare contro tutti. L’affetto dei tifosi cinesi è stato importante: sono persone che si sono alzate di notte per vedere le nostre gare. Meritano tutto il nostro ringraziamento perchè hanno fatto di tutto per sostenerci. Adesso torniamo in Italia e cerchiamo di prepararci al meglio per l’inizio del campionato. Dobbiamo crescere fino ad arrivare a insidiare la Juventus”, ha affermato invece Juan Jesus.