Venerdi 9 Dicembre

Il mito di Paolo Rossi nel 2015: dal Mondiale ’82 alla mostra Football Heroes di Milano

Un pallone d’oro ed un Mondiale per un Paolo Rossi che fu un mito della sua epoca

Oggi Paolo Rossi visita la mostra Football Heroes, a Milano, in Corso Venezia, 2. Paolo Rossi. “Pablito!”. È passata così tanta acqua sotto i ponti del calcio moderno che pensare a Pablito mette i brividi. Perché Paolo Rossi, in fondo, è l’incarnazione vivente di quello che era una volta (anni 80) il calcio italiano. Ve lo immaginate adesso, un mingherlino come lui, nel bel mezzo delle aree di rigore del campionato italiano? E riuscite a immaginare un esile calciatore come lui essere il centravanti titolare della nazionale italiana? Pablito, oggi, verrebbe spazzato via dalla fisicità dei difensori. Pablito, oggi, non avrebbe la possibilità di entrarci, in area di rigore. Pablito, per il calcio di oggi, sarebbe troppo fine, troppo magro. Paolo Rossi era alto 1,74 centimetri e pesava circa 67 chilogrammi (!). Uno scricciolo, per i tempi attuali. Ma allora… Allora riuscì a vincere nello stesso anno, il 1982, il Mondiale di Spagna con Bearzot in panchina, il titolo di capocannoniere di quel Mondiale e il Pallone d’oro. E stiamo parlando del 1982, non del 1600!!!