Martedi 6 Dicembre

Golf, Scottish Open, McIlroy non ci sarà: “lavorerò duro per ritornare al più presto”

LaPresse/PA

McIlroy costretto a rinunciare allo Scottish Open a causa dell’infortunio alla caviglia

L’Aberdeen Asset Management Scottish Open (European Tour, 9-12 luglio), sul percorso del Gullane Golf Club, a Gullane in Scozia, sarà frequentato da tanti giocatori di peso che affineranno la loro condizione in vista dell’Open Championship, il terzo major stagionale in programma nella prossima settimana a St. Andrews in Scozia (16-19 luglio).
A fare notizia alla vigilia, però, e a scuotere l’ambiente, è stato l’infortunio di cui è rimasto vittima il nordirlandese Rory McIlroy, numero uno del world ranking. Infatti, disputando una partita di calcetto con gli amici, si è rotto totalmente il legamento della caviglia sinistra con danni anche alla capsula. Non solo dovrà rinunciare alla gara scozzese e a difendere il titolo nell’Open Championship, ma quasi sicuramente rimarrà fuori per parecchio tempo e probabilmente dovrà cedere lo scettro mondiale a Jordan Spieth.
Lavorerò duro per tornare al più presto – ha detto McIlroy – e la riabilitazione è già cominciata. Continuerò a monitorare giorno per giorno la rilevanza dell’infortunio“.
Gli italiani in gara saranno  Edoardo Molinari, Matteo Manassero, Renato Paratore e Marco Crespi.
Saranno sul tee di partenza 156 concorrenti di 23 differenti nazioni, dei quali 92 vincitori di torneo nell’European Tour , 22 tra i primi 60 del world ranking, otto major champions e undici past winner tra i quale Edoardo Molinari (2010), una vittoria che gli aprì le porte della Ryder Cup. Il montepremi è di 4.580.000 euro.