Giovedi 8 Dicembre

F1: power unit Honda senza penalità per la McLaren

Zumapress

Grazie alle nuove regole ratificate dalla FIA, Alonso e Button non dovranno scontare penalità pe rl’uso del 5° motore

Un sospiro di sollievo per la “travagliata” scuderia McLAren: il Consiglio Mondiale della FIA ha approvato la regola che aumenta da 4 a 5 le power unit disponibili per i nuovi fornitore di motori, decisione che ha fatto tirare un sospiro di sollievo alla Mclaren-Honda che a causa di problemi di affidabilità aveva già impiegato il 5° motore.

Per questo motivo, fino ad oggi, i piloti McLaren – Alonso e Button – erano a rischio sanzioni da parte della FIA, ma la penalità da scontare in griglia è stata scongiurata perché la nuova regola approvata dal Consiglio risulta retroattiva. Ora però, la FIA potrebbe offrire alla Honda un’ulteriore “eccezione” che permetterebbe al Costruttore giapponese di utilizzare nel prossimo GP di Ungheria l’ultima evoluzione del motore PU106B Hybrid, senza incorrere in alcuna penalità.

La tappa di Budapest sarà per la McLaren una prova molto importante, perché sarà fondamentale per capire se la squadra è pronta a risalire la china, come del resto sembra aver  iniziato a fare con l’importante punto conquistato da Alonso a Silverstone. Il difficile tracciato ungherese sarà inoltre un ottimo banco di prova per testare la funzionalità e l’efficacia del sistema ERS che equipaggia la power unit firmata Honda.