Venerdi 9 Dicembre

F1, Gp Ungheria: la Ferrari punta al riscatto

La Ferrari vuole la vittoria al Gp Ungheria e non cerca scusanti ai risultati non sempre ottimali delle ultime gare

In occasione del Gp Ungheria la Ferrari vuole il riscatto, dopo i risultati altalenanti delle ultime gare. Sulla pista dell’Hungaroring i due piloti Ferrari non hanno vinto molto: Vettel è riuscito a conquistare due pole, ma nessuna vittoria, mentre Raikkonen una pole position e una vittoria. La pista ungherese è molto tecnica e piena di curve e in questo periodo dell’anno la temperatura è decisamente alta, tanta da poter mettere in crisi le gomme e i piloti.

Proprio le gomme potrebbero essere il tallone d’Achille per la Casa di Maranello, considerando che nelle ultime gare la Ferrari non è riuscita a trovare il giusto feeling con le due mescole più dure degli pneumatici forniti dalla Pirelli.

Nonostante tutto, il team di Formula Uno della Casa del Cavallino Rampante non sembra volersi attaccare a nessuna scusa, infatti il direttore tecnico di Maranello, James Allison, è stato piuttosto sincero e nello stesso momento chiaro in un’intervista rilasciata ad “Autosprint”, ammettendo i problemi avuti con le gomme a Silverstone, ma nello stesso tempo dichiarando che: “Gli pneumatici non devono diventare una scusa se le cose non vanno sempre per il verso giusto”. Un modo come un altro per dire che se si vogliono ottenere buoni risultati bisogna lavorare tanto, a testa bassa e soprattutto senza lamentarsi .